Coronavirus, i lombardi si muovono sempre meno

A dichiararlo è stato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala fornendo i dati analizzati dalle compagnie telefoniche

In Lombardia le persone restano a casa. A dirlo sono i dati forniti da Regione Lombardia dagli operatori di telefonia mobile che analizzano i cambi di celle telefoniche a cui si agganciano gli smartphone. Due giorni fa, Mercoledì 25 marzo, a fare il punto è stato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala che ha evidenziato con soddisfazione come si sia passati dal 42% di movimento della settimana precedente al 36% dell’attuale.

No Banner to display

In particolar modo un calo drastico si è notato da Lunedì 23 marzo, dopo un weekend durante il quale è stata varata sia l’Ordinanza Regionale, sia il DCPM che hanno dato un’ulteriore stretta, chiudendo molte attività produttive

Il ringraziamento di Fabrizio Sala ai lombardi

«Siamo al 36% degli spostamenti e il dato ci conforta perché ci fa capire che i lombardi continuano ad attenersi alle rigide, ma fondamentali, restrizioni che abbiamo dovuto adottare il diffondersi del contagio – ha detto Fabrizio Sala -. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore i cittadini della nostra Regione – ha proseguito – che stanno facendo grandi sforzi per ridurre al minimo la loro vita sociale compiendo sacrifici per il bene di tutta la comunità»

spostamenti intraregionali