Coronavirus, Fontana: «Chiudere tutto»

La proposta della chiusura totale di ogni attività è arrivata dopo una riunione con i sindaci dei capoluoghi lombardi

Per il Presidente di Regione Lombardia il tempo delle mezze misure deve finire. Di fronte a un problema grave sono necessarie misure radicali, ancor di più di quelle già previste con l’ultimo Decreto di ieri, Lunedì 9 marzo, con il quale sono state imposte misure molto restrittive in tutto il Paese.

«È il tempo della fermezza. Ho incontrato i sindaci dei capoluoghi lombardi e il presidente di Anci Lombardia, chiedono tutti la stessa cosa: chiudere tutto adesso (tranne i servizi essenziali) per ripartire il prima possibile – ha detto il Presidente Attilio Fontana -. Le mezze misure, l’abbiamo visto in queste settimane – ha concluso – non servono a contenere questa emergenza».

Il video messaggio

Un’ora prima del post, con un video, il Presidente Fontana aveva fatto il punto sulla tenuta del sistema sanitario ed esortato i lombardi ad impegnarsi per cercare di contenere il covid-19. «Bisogna dire grazie al sistema sanitario lombardo. Stiamo riuscendo a tenere testa a tutte le esigenze e tutte le necessità che ci vengono presentate, ma non possiamo resistere a lungo. Abbiamo bisogno che la gente interrompa la diffusione di questo contagio. Abbiamo bisogno che i contagi inizino a ridursi».

Euronews 09/03/20

❌ Dall'inizio dell'emergenza sono convinto che solo con sacrifici, anche piu' importanti, di ciascuno di noi e con la volonta' di osservare regole anche piu' stringenti, si possa superare questa situazione. Fermiamolo insieme.

Gepostet von Attilio Fontana am Dienstag, 10. März 2020