Contro il coronavirus “Fuori il tricolore”: l’iniziativa di Alberto Di Leo

Il Comune di Cassina de' Pecchi espone la bandiera nazionale in segno di solidarietà

Esporre la bandiera italiana per sentirsi uniti nella lotta contro il coronavirus: l’iniziativa Fuori il tricolore è partita da Alberto Di Leo di Cassina de’ Pecchi e successivamente è stata accolta e condivisa dall’Amministrazione Comunale che ha fatto sapere, nella figura della Sindaca Elisa Balconi «Anche negli uffici comunali da oggi verrà esposto il tricolore. A testimonianza dell’indispensabile unità di intenti e sentire civico in questa fase così impegnativa per tutti noi».

Un simbolo per unire il Paese

«Ogni volta che cammineremo per le strade e vedremo la nostra bandiera sentiremo di non essere soli a lottare e questo ci darà forza per rispettare le regole e farà crescere la speranza dentro di noi» ha spiegato Alberto Di Leo, già conosciuto in città per Fuori la Voce, l’associazione giovanile che organizza eventi di varia natura sul terriorio. Anche l’Assessore alla Cultura Lucia Marino ha voluto esprimere il proprio entusiasmo nell’aderire all’iniziativa: «Distribuiremo nei negozi di Cassina de’ Pecchi una bandiera Italiana da esporre e altre da consegnare ai cassinesi che la vorranno. E lancio un appello: tirate fuori i tricolori dai cassetti in questo momento particolare; coraggio Cassina, coraggio Italia».

Il tricolore esposto fuori dall’ufficio della Sindaca Elisa Balconi