Cologno, covid-19: i controlli e i risultati delle forze dell’ordine

A Cologno sono arrivati due militari. L'assessore Di Bari ha fatto il punto su controlli e denunce

Foto di Angelo Rocchi

Alla fine l’Esercito a Cologno è stato mandato. Due i militari da questa mattina si sono aggiunti agli agenti della Polizia Locale e ai Carabinieri per monitorare la città di Cologno e garantire che le disposizioni per il contrasto della diffusione del covid-19 vengano rispettate.

L’ipotesi dell’invio delle Forze Armate ha fatto discutere negli scorsi giorni – ne abbiamo parlato qui -. Ora quell’ipotesi è diventata realtà e il Sindaco Angelo Rocchi e l’assessore con delega alla Sicurezza urbana e ai Servizi di Polizia Locale Giuseppe Di Bari credono possa aiutare a monitorare meglio l’intero territorio.

Per Rocchi un segnale importante

«E’ un segnale per far capire alla gente che il territorio è monitorato». Così il sindaco di Cologno monzese Angelo Rocchi ha commentato l’invio dei due militari che si uniranno in pattuglie miste con i carabinieri.

Il Primo Cittadino ha anche spiegato perché Cologno, rispetto ad altri comuni limitrofi, ha maggiori problemi di attraversamento e possibilità di incontro tra i cittadini. «Qui abbiamo un problema viabilistico di persone che per evitare di pagare il pedaggio di Agrate, attraversano la città e magari si fermano per le loro esigenze – ha detto Rocchi -. Inoltre – ha proseguito – la conformazione della città, con circa 50.000 persone in 8 Km quadrati, non favorisce il distanziamento necessario».

Controlli e risultati

Dall’inizio dell’emergenza le polizie locali di tutta la Martesana lavorano incessantemente e quella di Cologno non fa eccezioni. L’assessore Giuseppe Di Bari ha elencato i numeri e i risultati di questi sforzi: 8 pattuglie e 30 agenti della Polizia Locale sono attive anche nei weekend. Nella sola giornata di ieri, Mercoledì 25 marzo, sono state controllate 378 persone che circolavano (di cui 2 denunciate) e 310 esercizi commerciali. Dall’inizio dell’emergenza e dei Decreti sono state denunciate in tutto 16 persone che circolavano senza una giustificazione valida e 3 titolari di attività commerciali per non aver rispettato le disposizioni.

«Con 8 pattuglie si cerca di essere presenti in tutta la città e garantire la sicurezza. L’arrivo dell’esercito sicuramente ci aiuterà – ha detto l’assessore -. La macchina regge grazie a tutti gli agenti che sono in servizio. A loro che stanno dimostrando grande senso civico e di responsabilità – ha concluso – voglio rivolgere un ringraziamento»