Cassina, il coronavirus disegnato dai bambini

Un progetto rivolto ai bambini e lanciato dall'assessore alla Cultura Lucia Marino. Sono già molti i disegni inviati

foto di Riccardo credit: Comune di Cassina dé Pecchi

Sono già tanti disegni arrivati in Comune dopo due giorni dal lancio dell’iniziativa “Disegniamo il coronavirus, disegniamo le nostre giornate” lanciato dall’assessore alla Cultura Lucia Marino.

Un iniziativa per far elaborare ai bambini l’emergenza che si sta vivendo, oltre a occupare le lunghe giornate che sono obbligati a vivere a casa.

Alla fine dell’emergenza sarà allestita una mostra

A spiegare lo scopo del progetto è stato l’assessore alla Cultura Lucia Marino «In questo momento particolare, lo sappiamo, è difficile impegnare tutto il tempo a casa soprattutto vedendo le belle giornate che fanno venire voglia di correre all’aperto – ha scritto -. E allora fate un bel disegno come più vi piace, con i pastelli, con le matite colorate, con l’acquarello e scrivete una bella frase. Quando tutto sarà finito – ha concluso – faremo una grande mostra in biblioteca premiando i più bei pensieri e disegni»

Come partecipare

I bambini devono firmare il loro disegno solo con il nome di battesimo e indicare la loro età. La mamma o il papà scannerizzeranno o fotograferanno il disegno e lo invieranno all’indirizzo segretaria.sindaco@comune.cassinadepecchi.mi.it, indicando nome e cognome del bambino e dando l’autorizzazione alla pubblicazione del disegno su sito e canali social del Comune.