Al San Raffaele sono stati isolati due campioni del Coronavirus

Un passo importante per lo studio di Covid-19, che permetterà di testare farmaci antivirali e vaccini

Gli specialisti del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano – diretti dal professor Massimo Clementi – hanno isolato due campioni di Covid-19.

I campioni del virus sono stati isolati da due pazienti con infezione respiratoria acuta, che si trovano in cura presso l’Ospedale milanese dal 29 febbraio. Altre cinque colture provenienti da diversi pazienti sono ora in corso e, se avranno esito positivo, costituiranno ulteriori campioni di virus isolato.

Perchè è importante

Dopo il ceppo cinese isolato allo Spallanzani di Roma e il ceppo italiano isolato al Sacco di Milano, dal San Raffaele arriva dunque un altro passo importante verso lo studio dell’agente patogeno, che permetterà di testare possibili farmaci antivirali e vaccini.

Come spiega l’Ospedale stesso con una nota, isolare un virus vuol dire separarlo dall’organismo da cui proviene, a partire da un campione – ad esempio di sangue o di saliva – prelevato da un paziente infetto.

«Il fatto che siamo riusciti a isolare SARS-CoV-2 così velocemente e in numerosi campioni è solo l’ulteriore evidenza che questo virus si trasmette in modo molto efficiente anche in vitro, oltre che in vivo», ha spiegato il professor Massimo Clementi, ordinario di Microbiologia e Virologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.