Vimodrone, report della Polizia Locale: più ore di servizio e meno infrazioni

Il Sindaco Dario Veneroni e il Comandante Giovanni Pagliarini hanno illustrato i risultati raggiunti e le sfide future. Nel 2019 +488 ore di servizio.

Numeri, statistiche, risultati e sfide i protagonisti del report della Polizia Locale di Vimodrone per il 2019. A relazionare il Sindaco Dario Veneroni e il Comandante Giovanni Pagliarini. Una soddisfazione per la riduzione del numero degli incidenti e della loro gravità (-41,46% di feriti), del numero di sanzioni e per l’incremento delle ore svolte, pari a 98 giorni lavorativi.

L’appuntamento è stato anche l’occasione per presentare Mario Lamberti, ufficiale fresco di nomina e futuro Vicecomandate e per premiare gli agenti che hanno raggiunto il 3° posto durante una gara di tiro.

DARIO VENERONI: «RINGRAZIO GLI AGENTI»

«Un paese abbastanza tranquillo» quello descritto dal sindaco Dario Veneroni, intervenendo alla conferenza stampa. Il Primo Cittadino ha sottolineato l’aumento della presenza sul territorio – 7 giorni su 7 e con turni per alcune attività che arrivano fino alle 21.00 – e il successo dello sportello sicurezza, che consente ai cittadini di parlare dei temi della sicurezza in un clima “meno ufficiale” e dell’ufficio mobile della polizia locale che trasforma gli agenti in vigili di quartiere.

Risultati, che per il Sindaco, non possono essere che frutto dell’impegno degli «agenti che sono in strada, che esercitano con professionalità e dedizione il loro ruolo».

PIU’ ORE DI SERVIZIO

E’ stato il Comandante della polizia locale – Giovanni Pagliarini – a illustrare i risultati conseguiti nel 2019 e le sfide che attendono il corpo per questo 2020. «Ottimale – anche se al momento al di fuori della nostra portata – sarebbe l’introduzione del 3° turno serale» ha detto il Comandante Pagliarini, prima di sottolineare, però, come le 250 ore in più di turno dopo le 19.00 durante l’anno appena passato, sommate alle 238 aggiuntive durante i festivi, rappresentano un buon risultato visti i mezzi dati, ovvero un organico – 14 operatori in tutto – al di sotto degli standard di Regione Lombardia.

In una comunità il compito delle forze dell’ordine, oltre che repressivo, deve essere educativo nei confronti della popolazione. Tema che sembra essere centrale a Vimodrone, dove sono stati 570 gli alunni delle scuole che hanno partecipato ad attività didattiche e spettacoli con al centro il tema della legalità e delle regole.