Melzo conferisce la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre

L'Amministrazione: «Un riconoscimento per l'affermazione del principio del valore di ogni vita umana»

Il Comune di Melzo, nella seduta del consiglio comunale del 10 febbraio, ha approvato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio nazista di Auschwitz.

IL VALORE DI UN GESTO

La Città di Melzo ha voluto sottolineare il significato del gesto «quale riconoscimento e gratitudine per il prezioso e costante contributo profuso nell’affermare il principio del valore di ogni vita umana, contro l’antisemitismo e ogni forma di odio razziale, principi e opinioni condivisi da questa Amministrazione, nella certezza che una società civile retta da tali idee non sia un sogno, ma una quotidiana realtà». L’Amministrazione ha poi sottolineato in una breve nota: «È stato un momento molto sentito e partecipato e negli interventi dei Consiglieri comunali è stato ribadito in maniera determinata il “NO” assoluto a qualsiasi forma di odio e di discriminazione razziale. Alla Senatrice diamo il benvenuto fra i cittadini meritevoli di Melzo!».

LILIANA SEGRE, SENATRICE A VITA E TESTIMONE DELLA SHOAH

Liliana Segre, nata a Milano nel 1930, è un’attivista e politica italiana, superstite dell’Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana. Il 19 gennaio 2018 è stata nominata Senatrice a Vita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella «per avere illustrato la patria con altissimi meriti nel campo del sociale».

Augusta Brambilla