Kaleidoscopio dell’anima, la mostra a Gorgonzola

Immaginazione e fantascienza nella personale di Gualtiero Magli

Si terrà sabato 15 febbraio, alle 18 presso Palazzo Pirola a Gorgonzola, l’inaugurazione della mostra Kaleidoscopio dell’anima del pittore Gualtiero Magli.

IL COLORE CHE DONA VITA ALLE OPERE

Le opere scelte per l’esposizione gorgonzolese propongono una serie di lavori bivalenti che trovano spunto nel fantastico.
L’immaginazione scorre attraverso il colore, che dà vita alle opere. Una prima parte è dedicata alle mani-alberi che assumono in sé stessi i sentimenti dell’uomo, dalla rabbia al desiderio. La seconda parte è la costruzione di una storia fantascientifica, che prende spunto da Solaris, in cui lo spettatore non si deve soffermare solo su un’opera ma deve farsi trasportare dal flusso di colori che si mescolano su di una tavolozza interiore.

GUALTIERO MAGLI: UN ARTISTA LEGATO ALLE EMOZIONI

Gorgonzolese, laureato in scienza dell’educazione dopo una formazione umanistica, Gualtiero Magli, pur non avendo una formazione artistica ha sempre disegnato. L’arte lo aiuta a superare la malattia, il morbo di Parkinson, e a ritagliarsi momenti di benessere. Di sé Magli dice: «Ritengo di non essere un pittore ma un artista che vuole emozionarsi dando emozioni».

GIORNI E ORARI

La mostra resterà aperta dal 15 al 23 febbraio, da lunedì a venerdì dalle 16 alle 18.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.30.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito di Palazzo Pirola o consultare quello del comune.

 

Augusta Brambilla