Cernusco, fischio d’inizio per il primo festival dedicato al Fair Play

L'inaugurazione alla Casa delle Associazioni con l'esposizione artistica di Thomas Gavazzeni e lo spadista Marco Fichera.

Lunedì 3 febbraio – Inizia ufficialmente il Fair Play Festival: il primo festival dedicato al “gioco corretto”, inaugurato presso la casa delle Associazioni di Cernusco sul Naviglio, per celebrare lo sport come momento di crescita e di formazione.

L’IMPORTANZA DEL FAIR PLAY

Il Fair Play Festival si cala in un anno che sarà ricco di eventi per Cernusco, nominata Città Europea dello Sport 2020 e scelta come tappa per il Giro d’Italia. «Lo sport è un’occasione per parlare della vita e del valore del vivere insieme e noi – ha detto il Sindaco Ermanno Zacchettivogliamo essere parte di questa grande positività, come cittadini di una città aperta, che vuole essere d’esempio per gli altri.» All’evento è intervenuta anche l’Assessore allo Sport Grazia Maria Vanni che ha ricordato l’importanza della competizione con queste parole: «Il rispetto dell’avversario è una delle cose più importanti quando si compete, in squadra o individualmente, e – ha aggiunto – la cosa bella dello sport è che è aconfessionale e apolitico

FICHERA INSEGNA IL FAIR PLAY 

Ospite d’eccezione all’inaugurazione Marco Fichera, lo spadista italiano che nel 2017, alle finali del Gran Prix di Cali, aveva chiesto l’annullamento di un punto che gli era stato assegnato per una distrazione, cosa che lo ha reso un esempio perfetto di fair playL’episodio è stato inoltre ritratto in una tavola del giovane artista Thomas Gavazzeni, che assieme ad altri quattordici quadri che raccontano storie di lealtà sportiva, rimarrà in esposizione alla Casa delle Associazioni per tutta la durata del festival.

GLI ALTRI EVENTI

Il Fair Play Festival si prolungherà fino al 9 febbraio. Moltissimi gli eventi in calendario e gli ospiti e i professionisti del mondo sportivo che prenderanno parte alla manifestazione, come l’incontro del 4 febbraio, con il giornalista Umberto Zappelloni e l’ex calciatore Evaristo Beccalossi, che si confronteranno sul derby di Milano: un modo per andare oltre le polemiche che troppe volte inaspriscono lo sport.

La manifestazione sarà inoltre l’occasione perfetta per celebrare i dieci anni di Aso, l’Associazione Sportiva degli Oratori, il cui presidente e organizzatore del festival, Andrea Brizzolari, ha invitato i ragazzi presenti a vivere lo sport come una festa e un incontro tra amici.