A Cernusco il Ricordo dell’esodo di 250.000 italiani

Doppio appuntamento con una mostra, due film e la testimonianza di chi visse l'esodo in prima persona

In occasione del Giorno del Ricordo a Cernusco ci saranno 2 appuntamenti – l’8 e il 14 febbraio – che si concentreranno sul tema dell’esodo di oltre 250.000 italiani dal confine orientale. Gli eventi, aperti a scuole e cittadinanza, saranno arricchiti dalla testimonianza di chi è stato per lungo tempo costretto a vivere come un profugo nel proprio Paese.

LA MOSTRA “MEMORIE DELL’ESODO”

Il primo appuntamento è per venerdì 8 febbraio alle ore 10.00 con una mostra – “Memorie dell’ esodo” – che sarà presentata da Anna Maria Crasti, cittadina di Cernusco sul Naviglio e, in passato, esule da Orsera, oggi comune croato situato nell’Istria meridionale. Appena dopo sarà proiettato il docufilm “Il sorriso della patria”, realizzato dall’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea e con la collaborazione dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

“LA CITTA’ DOLENTE”

Venerdì 14 febbraio, alle ore 16.00, nuovo appuntamento con il cinema e con la storia con il film del 1947 “città dolente”, che racconta una vicenda ambientata a Pola, città al centro dell’esodo istriano. Tra gli sceneggiatori del film compaiono anche Federico Fellini e Giulio Majano.

Fonte video: Istituto Luce Cinecittà