Festival Fair Play: Cernusco 2020 apre parlando di lealtà sportiva

Una settimana di incontri e iniziative con ospiti d'eccezione per dare finalmente il via a Cernusco 2020

Ci siamo: Cernusco 2020 è realtà e la carrellata di eventi dedicati alla Città Europea dello Sport stanno per prendere il via. Si parte con la prima edizione del Fair Play Festival, dal 3 al 9 febbraio: una settimana di incontri dedicati a una visione dello sport leale, con ospiti importanti, mostre, aperitivi-derby, proiezioni, spettacoli, presentazioni e laboratori per i più piccoli.

FAIR PLAY FESTIVAL A CERNUSCO 2020

L’intento è quello di celebrare l’amore per lo sport e il rispetto per gli avversari, perché la sana competizione torni a essere principio primario del comportamento sportivo.

A unire tutti gli eventi programmati per il festival saranno i racconti di chi lo sport lo ha davvero vissuto nel modo “giusto”: numerosi ospiti – tra i quali Marco Fichera, vincitore di 3 medaglie olimpiche e Dan Peterson, allenatore di basket diventato ormai leggenda – si alterneranno per raccontare le loro esperienze nelle più svariate discipline sportive, dagli episodi celebri a quelli più personali avvenuti sui campi di provincia, per ricordare l’importanza del rispetto e della lealtà.

FAIR PLAY FESTIVAL: L’IMPORTANZA DELLA PRIMA EDIZIONE A CERNUSCO

Un grande traguardo per la città di Cernusco, che con questa prima edizione vede aprirsi il ventaglio di eventi in programma per Cernusco 2020.
Il Fair Play Festival nasce dalla collaborazione di Aso Cernusco – tra le più numerose associazioni d’Italia affiliate al CSI, nata dall’unione dei gruppi sportivi degli oratori con l’obiettivo di valorizzare la tradizione, giocando però in attacco per proporre la passione educativa attraverso lo sport – e l’amministrazione di Cernusco sul Naviglio, che con il motto ‘La vita è il nostro sport preferito’ sta facendo dello sport strumento di diffusione di valori per coltivare il senso di appartenenza alla comunità.

«Sono molto felice che il ‘Fair Play Festival’ sia il primo evento in programma di quest’anno come Città Europea dello Sport, e non è un caso – ha sottolineato il sindaco Ermanno Zacchetti -: una settimana di messaggi positivi che a partire dallo sport si irradieranno da Cernusco sul Naviglio in tutta Italia, raggiungendo la vita di ciascuno, specialmente di ragazzi e giovani, per renderla migliore.»

FAIR PLAY FESTIVAL: GLI HIGHLIGHTS DEL PROGRAMMA

A dare il via alla manifestazione sarà l’inaugurazione della mostra “Momenti di Fair Play” del 3 febbraio alle 15.30 alla Casa delle Associazioni (via Buonarroti 59): ad aprire le danze sarà il campione italiano di spada Marco Fichera, vincitore di 3 medaglie olimpiche e del premio fair play 2018 conferito dalla FIE. La mostra – visitabile fino al 9 febbraio – vedrà esposti una selezione di alcuni fra i più importanti episodi di fair play avvenuti durante incontri, partite, gare internazionali e a livello professionistico raccontati attraverso le illustrazioni di Thomas Gavazzeni.

Altro incontro imperdibile sarà quello con Dan Peterson, l’allenatore di basket diventato leggenda, che sarà protagonista di “Canestri, Botte e Sorrisi”, uno spettacolo durante il quale racconterà al pubblico in modo inedito la sua incredibile carriera, al fianco di Carlo Genta, giornalista e conduttore.

Ci saranno poi gli aperitivi-derby, che vedranno la presenza di Umberto Zapelloni, Michele Dalai, Evaristo Beccalossi, Andrea Di Caro, Roberto Burioni, Fernando Orsi e l’accompagnamento musicale di Mauro Meazza, capogruppo “Musici Ciappter Ileven”.

Anche Eurosport presenzierà al Festival: sarà infatti protagonista della serata in cui i commentatori televisivi Massimiliano Ambesi e Riccardo Magrini dialogheranno con alcune fra le più significative personalità del fair play.

Altra importante collaborazione sarà quella con Offside Football Film Festival, grazie alla quale saranno presentati al pubblico una selezione di contributi video e cortometraggi dedicati a storie calcistiche che superano confini e rivalità, seguiti da talk show in compagnia dei telecronisti Stefano Borghi e Christian Giordano.

Importante tributo sarà quello a Gaetano Scirea, calciatore della Juventus originario di Cernusco, uomo “fair play” per eccellenza. A parlare di lui sarà il giornalista e scrittore Darwin Pastorin, autore del libro “Gaetano Scirea. Il gentiluomo”.

Parlando di montagna, l’autrice Alessandra Carati racconterà la storia di Daniele Nardi attraverso la presentazione del suo ultimo libro “La via Perfetta. Nanga Parbat: sperone Mummery”, mentre uno spettacolo analizzerà questa passione con gli strumenti del teatro: “(S)LEGATI”, tratto dalla storia vera di Joe Simpson e Simon Yates e dal loro sogno ambizioso di essere i primi al mondo a scalare il Siula Grande nel 1985.

Il programma completo è visibile qui.