Cassina, la metro si rinnova: stop alle barriere architettoniche

Gli interventi prevedono la realizzazione di due ascensori e due corridoi di collegamento, nuove banchine, pensiline e impianti

Accessibilità come focus di un rinnovamento completo della stazione M2 di Cassina, che da questa settimana vedrà finalmente realizzarsi un progetto che prevede un miglioramento delle stazioni M2 dai punti di vista dell’abbattimento delle barriere architettoniche e del decoro.

STOP ALLE BARRIERE: L’IMPEGNO DI ATM E DEI COMUNI

Il Comune di Milano, ATM e i Comuni interessati dalle stazioni bisognose di un restyling hanno deciso di affrontare questo impegnativo compito per un valore complessivo di 7 milioni di euro, di cui 5 provenienti dal Ministero delle Infrastrutture, 1 dal Comune di Milano e 1 dai Comuni. Tre sono invece i milioni che ha scelto di stanziare ATM alle stazioni di Cassina, Gorgonzola e Bussero, per la realizzazione di lavori ulteriori a quelli relativi all’accessibilità.

M2: I LAVORI A CASSINA

Gli interventi prevedono – per quanto riguarda l’accessibilità – la realizzazione di due ascensori e due corridoi protetti di collegamento, che verranno posizionati lungo le pareti esterne dell’atrio. Il restyling della stazione comporterà invece il rifacimento completo delle banchine con inserimento delle fasce di bordo banchina, di centro treno e degli adeguati percorsi tattili a terra; il rifacimento delle pensiline di copertura delle banchine; il risanamento di atri e locali tecnici e ulteriori interventi impiantistici sulle tubazioni antincendio e sull’illuminazione.

RESTYLING E NUOVI TRENI: GLI INVESTIMENTI DI ATM

Sono 87 i milioni di euro che ATM investirà in aggiunta a quelli stanziati per i lavori di restyling nelle stazioni, che verranno impiegati nell’acquisto di 12 nuovi treni. Altri 30 milioni saranno destinati all’ammodernamento della rete elettrica delle tratte Cascina Gobba-Gessate e Cascina Gobba-Cologno, 120 milioni a un nuovo sistema di segnalamento e 50 al rinnovo dell’armamento.

METRO CASSINA: PRIMA E DOPO

Per mettere al corrente la cittadinanza dell’aspetto finale della stazione sono stati realizzati dei rendering che mostrano esattamente la differenza tra come si presenta ora e come sarà al termine degli interventi.