Ruba uno smartphone all’Acquario di Vignate: scoperto e arrestato

Un 34enne albanese ha sottratto un cellulare del valore di 240 euro. Dopo esere stato sorpreso da un addetto alla sicurezza è stato arrestato dai Carabinieri

“Furto aggravato”. Questa l’accusa per un albanese 34enne residente a Paullo arrestato dai Carabinieri della stazione di Melzo, Lunedì 16 dicembre, dopo aver tentato di sottrarre un cellulare da un negozio di elettronica del centro commerciale Acquario di Vignate.

LA DINAMICA

Il 34enne, dopo essere entrato in un negozio di elettronica dell’Acquario di Vignate ha sottratto un cellulare da 240 euro rimuovendo la placca antitaccheggio. Mentre provava a superare le casse del negozio è stato però sorpreso e fermato da un addetto alla sicurezza che ha chiamato immediatamente i Carabinieri. Giunti sul posto, i militari della stazione di Melzo hanno arrestato l’uomo e riconsegnato il cellulare al direttore dell’esercizio commerciale.

IL PROCESSO 

Nella mattinata di martedì 17 dicembre il 34enne albanese è stato giudicato “per direttissima” presso il tribunale di Milano e rimesso in libertà.