Pessano, approvato il bilancio di previsione: cresce la spesa per Istruzione e Sociale

Durante l'ultimo Consiglio Comunale, il Sindaco Villa ha tirato le somme dei primi quattro anni del suo operato e ha anticipato alcuni interventi in programma per il 2020

È stato approvato durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Pessano con Bornago. Il documento – che indica il reperimento e l’impiego delle risorse pubbliche per il prossimo triennio – ha confermato le linee programmatiche dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Villa e ha anticipato alcuni dei progetti che la Giunta intende portare avanti nei prossimi mesi.

SPENDING REVIEW

A presentare il documento è stato lo stesso Sindaco Alberto Villa, che, giunto quasi al quarto anno del suo mandato, ha iniziato a tirare le somme, mettendo a confronto il bilancio di previsione di quest’anno con quello del 2016, redatto dalla vecchia amministrazione di centro-sinistra.

«Rispetto a quattro anni fa la situazione è cambiata molto, a partire dalle entrate», ha spiegato Villa. «Abbiamo iniziato a fare il bilancio per il 2020 con 250mila euro in meno rispetto al 2016, a cui si sono aggiunti altri 160mila che non possiamo utilizzare».

Per far fronte alla forte riduzione delle entrate, l’amministrazione ha dovuto svolgere un faticoso lavoro di reperimento delle risorse, puntando soprattutto su «un costante processo di razionalizzazione dei costi» e «un attento lavoro di spending review».

«Sono stati fatti tanti interventi di manutenzione straordinaria – ha spiegato il Sindaco – che ci hanno portato a ridurre i costi di manutenzione ordinaria. Per tutti gli edifici comunali, per esempio, si è passati dai 226mila euro del 2016 ai 169mila euro di oggi».

Rispetto all’anno di insediamento dell’attuale Giunta, si registrano aumenti significativi nel comparto Istruzione (+ 133mila euro) e Sociale (+ 123mila euro). Si mantengono invariati i contributi per lo sport, per il miglioramento della segnaletica stradale e per il Centro di Aggregazione Giovanile.

Il Sindaco Villa si è mostrato soddisfatto del lavoro svolto, pur non essendo riuscito a realizzare un punto importante del suo programma elettorale, ossia la riduzione della pressione fiscale.

GLI INTERVENTI DEL PROSSIMO ANNO

La cifra prevista per il piano di interventi del 2020 si aggira intorno a 1 milione e 18mila euro e prevede una lunga serie di lavori, alcuni dei quali prenderanno il via già nelle prime settimane di gennaio.

Tra gli interventi più attesi per il 2020 ci saranno i lavori sul Torrente Molgora, grazie al progetto da 111mila euro, finanziato da Regione Lombardia, che porterà all’acquisizione delle aree, alla ripiantumazione e al ripopolamento ittico e faunistico.

Tra le altre voci di spesa figurano anche 74mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche, e 637mila per le strade, che permetteranno di completare i lavori in via Kennedy, dove verranno realizzate la rotatoria di innesto su via Gandhi e la pista ciclabile in direzione Gorgonzola.

I PARERI DELL’OPPOSIZIONE

Contrario all’approvazione del documento il gruppo di minoranza Governa il Futuro.

«Il bilancio di previsione è un documento che rappresenta la spina dorsale dell’azione amministrativa – ha spiegato il Capogruppo Filippo Fondrinied è anche un documento molto politico che contiene tutte le intenzioni dell’amministrazione comunale. Perciò, sarebbe strano che la minoranza esprimesse un voto diverso a quello contrario».

«Questo documento – ha aggiunto – è destinato a subire variazioni nel corso del prossimo anno e va letto alla luce del bilancio consuntivo, che arriverà nei primi mesi del 2020. Nel frattempo, accogliamo l’invito del Sindaco di presentare proposte».

Assente il consigliere Anna De Vecchi (M5S).