Cologno, naufragata l’ipotesi di un’alleanza tra PD e Movimento 5 Stelle

La proposta fatta da Giovanni Cocciro (PD) a fine settembre è caduta nel vuoto. Il M5S chiude ad un'alleanza con i DEM dopo le linee guida impartite da Roma

Per molti forse sarebbe stato d’interesse, per pochi d’amore. Sta di fatto che il matrimonio tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico a Cologno Monzese non si farà. A chiudere la porta sono stati i grillini, con il consigliere regionale Massimo De Rosa, secondo il quale «non è il momento per un’alleanza locale con il PD». Il Movimento 5 Stelle di Cologno si relazionerà invece con la lista civica Ambiente e Innovazione

LA PROPOSTA

A tendere la mano a fine settembre era stato Giovanni Cocciro, capogruppo PD in Consiglio Comunale. «Occorre creare un passaggio politico creativo, senza equilibrismi politici inutili, ma basato su aspetti programmatici concreti che rilancino uno sviluppo sociale ed economico di una città oramai ferma da 4 anni – aveva detto – Serve una svolta programmatica che ci aiuti a rompere il muro fra l’elettorato del PD e l’elettorato 5 Stelle».

LA DECISIONE E’ STATA PRESA A ROMA

La chiusura, netta e inappellabile, è arrivata direttamente da Roma, dove i vertici del Movimento hanno stabilito le linee da seguire nei Comuni che andranno al voto nella primavera del 2020. «Guardiamo con interesse a chi vuole condividere l’obiettivo di riportare in città temi dimenticati dall’attuale Amministrazione – ha detto Massimo De Rosa -. Parlo ad esempio della tutela dell’ambiente, del verde pubblico e della riqualificazione urbana. L’esempio offerto dal degrado al quale è abbandonata la Ex Torriani, e le sue lastre d’amianto – ha sottolineato – è emblematico al riguardo. In questo senso abbiamo aperto un confronto che, almeno finora, pare essere costruttivo. Questo però – ha concluso non porterà ad un’alleanza con il Partito Democratico».