Abiti tradizionali e cus cus: la cena ebraica di Cassina de’ Pecchi

Evento organizzato dalla Chiesa Apostolica in Italia. Il 22 dicembre luce della pace e presepe vivente

Falafel di ceci, cus cus con verdure e carne, pollo israeliano, burekas e dolci a base di ricotta e formaggio. Questo il menù – tradizionale – della cena ebraica organizzata a Cassina de’ Pecchi dalla Chiesa Apostolica in Italia e che si è svolta nel salone della biblioteca di via Trieste Domenica 15 dicembre.

LA RAPPRESENTAZIONE 

Prima di assaggiare i piatti tradizionali si è svolta una rappresentazione teatrale con diversi personaggi biblici, mostrati nel  loro incontro con Gesù. Una rappresentazione fedele, con abiti tagliati su misura per l’epoca e forniti da Isa Castelli

ASSESSORE MARINO: «BELLISSIMA INIZIATIVA»

Ad accogliere i partecipanti è stato Albino Oneto, Pastore della Chiesa Apostolica in Italia di Cassina de’ Pecchi. Per l’Amministrazione Comunale presenti il Sindaco Elisa Balconi, l’assessore al Verde Fabio Varisco e l’assessore alla cultura Lucia Marino,  che ha commentato così la serata: «Una bellissima iniziativa che la Chiesa Apostolica in Italia di Cassina de’ Pecchi aveva già proposto diversi anni fa – ha detto -. Era stata bellissima, proprio come è stata bellissima quest’anno. Per questo – ha sottolineato – abbiamo deciso di sostenerla, insieme a tutte le altre iniziative che stanno rendendo speciale il Natale di Cassina de’ Pecchi»

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Gli appuntamenti per il Natale, però, a Cassina de’ Pecchi non sono finiti. Domenica 22, infatti, il gruppo scout porterà nelle chiese la Luce della Pace accesa nella grotta di Betlemme e, dalle 16.00, la Chiesa Santa Maria Ausiliatrice ospiterà l’atteso presepe vivente.