Ufficio comunale di Sant’Agata, per Medei servizio non all’altezza

L'assessore Varisco ha spiegato i motivi di alcune assenze e continua a ritenere utile il servizio

Era stato inaugurato lo scorso 25 luglio l’ufficio di decentramento di Cassina de’ Pecchi al mulino Dugnani. Il nuovo servizio, nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale voleva e vuole essere un punto di riferimento per tutti quei cittadini di Sant’ Agata che per varie ragioni non possono recarsi nella sede comunale di piazza De Gasperi.

Un presidio sul territorio dunque, dove, chi lo desidera può trovare ogni Giovedì mattina, dalle 10.00 alle 13.00, membri dell’ amministrazione, in modo particolare l’assessore Fabio Varisco, che si era speso in prima persona per avere l’ufficio proprio al Mulino Dugnani.

«Quella di mettere Sant’Agata al centro – aveva detto in occasione dell’inaugurazione l’assessore Fabio Varisco – è una di quelle priorità a cui teniamo particolarmente e di cui abbiamo parlato tanto in campagna elettorale. Questo – aveva proseguito – è il primo passo verso quell’obiettivo: l’ufficio decentrato ospiterà a turno gli assessori per raccogliere le esigenze dei cittadini e i loro suggerimenti, in modo da garantire anche a chi ha difficoltà a spostarsi le attenzioni dell’Amministrazione Comunale»

MEDEI DENUNCIA L’ASSENZA DELL’AMMINISTRAZIONE

Sandro Medei insieme a diversi esponenti del suo gruppo, Comitato Civico Cassina, nelle scorse settimane hanno deciso di testare la funzionalità dell’ufficio decentrato e, dal 26 settembre al 31 ottobre, si sono recati al mulino Dugnani in diversi orari. Il risultato per Sandro Medei è stato poco soddisfacente e ha deciso così di presentare un’interrogazione letta durante il Consiglio Comunale di Venerdì 15 novembre.

«Nel periodo in cui abbiamo fatto le visite – si legge nell’interrogazione – l’ufficio è risultato essere aperto solo due volte ma solo una volta era presente un membro dell’amministrazione, l’assessore Varisco, mentre nell’altra occasione abbiamo trovato una cittadina membra di un’associazione locale che non aveva alcun titolo per rappresentare l’amministrazione comunale. Le altre quattro volte in cui ci siamo recati presso il Mulino Dugnani – ha sottolineato – l’Ufficio di Decentramento era chiuso»

Questo ha portato il Comitato Civico a chiedere all’amministrazione se le priorità rispetto al servizio sono cambiate o, in caso contrario, per quale motivo il servizio non è attivo

PER VARISCO IL SERVIZIO E’ ATTIVO

Nessun cambiamento di priorità riguardo l’ufficio per l’assessore Fabio Varisco che ritiene l’iniziativa un modo per «rispondere ai tanti cittadini che per diversi motivi hanno difficoltà a recarsi in comune».

L’assessore ha voluto spiegare le ragioni per cui certi giorni  non era presente al mulino Dugnani. «Il 3 ottobre – ha detto -sono arrivato in ritardo, mentre il 10 ottobre erano in corso i lavori di allestimento all’interno del mulino per le giornate del FAI».

Quanto agli altri giorni, Fabio Varisco ha dato una spiegazione circa una sua possibile assenza: «Potrebbe essere – ha detto – che mi fossi assentato con un cittadino che per evidenziare un problema grave ha voluto a tutti i costi che mi recassi in alcuni luoghi di Sant’Agata».