Pessano con Bornago, in Comune torna lo “Spazio Lavoro”

Realizzato in collaborazione con Afol Metropolitana, negli scorsi anni il servizio ha dato risultati eccezionali

Il Comune di Pessano con Bornago e Afol Metropolitana tornano a unire le forze con il progetto “Spazio Lavoro”, il servizio di accompagnamento e orientamento per i cittadini in cerca di una nuova occupazione.

Il servizio è aperto a tutti – disoccupati, neolaureati, lavoratori in cerca di una ricollocazione – e sarà gestito da professionisti del settore, che accompagneranno i cittadini passo dopo passo nel percorso di ricerca di un nuovo lavoro, attraverso colloqui individuali, consulenze nella redazione del Curriculum Vitae e non solo.

«Con Afol abbiamo alle spalle già due anni di collaborazione», ha dichiarato l’assessore alle Politiche del Lavoro Maria Tomaselli. «Il primo anno, nato in fase sperimentale, ha dato risultato eccezionali: con una presa in carico di 120 cittadini, siamo riusciti a collocarne 99. Lo scorso anno abbiamo riproposto il servizio, ottenendo risultati molto simili».

Il servizio nasce anche dalla sinergia tra il Comune di Pessano con Bornago e le aziende del territorio, che possono ora collaborare per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

«Come assessore, in questi anni ho ricercato attivamente offerte lavorative andando a parlare direttamente con le aziende del territorio», ha raccontato l’assessore Tomaselli. «Abbiamo fissato incontri molto produttivi, dando vita a una collaborazione che permetterà alle aziende di attingere al nostro Spazio Lavoro ogni volta che saranno in cerca di nuovo personale».

ORARI

Lo sportello “Spazio Lavoro” sarà attivo presso il Comune di Pessano con Bornago (via Roma, 31) mercoledì 6 novembre, 20 novembre, 4 dicembre e 18 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Per fissare un orario di ricevimento nei giorni di apertura, basta chiamare il numero 02-959697223.

«Per ora il servizio sarà attivo solo una volta ogni quindici giorni», ha spiegato l’assessore Tomaselli. «Ma siamo già al lavoro per definire un nuovo progetto con un assetto migliore, che a partire da gennaio 2020 possa offrire un servizio più continuativo, proficuo e mirato ai bisogni dei cittadini».