Cava Gabbana: il comitato contro l’interramento resta fuori dal Forum del PLIS

Con una comunicazione ufficiale il direttore del Parco ha spiegato che le sedute del Forum non sono aperte al pubblico

Dopo essere stato oggetto di mozioni in diversi Consigli Comunali e di una riunione tra i sindaci dei Comuni aderenti al PLIS Est delle Cave, l’interramento del lago Gabbana continua a tenere banco. Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 20 novembre, si è svolto a Cernusco il Forum Consultivo delle Associazioni, che non può non essere stato condizionato dall’ombra del riempimento della cava.

IL COMITATO NON HA PARTECIPATO

I membri del comitato hanno presentato una richiesta ufficiale per poter partecipare, almeno come uditori, al Forum. Oggi è arrivata la risposta, e non è stata positiva. Con una comunicazione il direttore del parco PLIS Est delle Cave, Arch. Marco Acquati, ha spiegato perché il gruppo di cittadini non potrà partecipare al forum.

«L’art. 9 della convenzione vigente del PLIS Est delle cave prevede che il forum sia composto anche da rappresentanti di gruppi e/o comitati di cittadini che presentino richiesta al Comitato di Gestione previo accoglimento dello stesso comitato – ha spiegato il direttore -. Per quanto riguarda la vostra richiesta in oggetto (di partecipazione al Forum Consultivo, ndr), dato che le sedute del forum non sono aperte al pubblico non è possibile parteciparvi, dato che ad oggi le uniche associazioni ammesse sono quelle di cui alla procedura di evidenza pubblica svolta nel 2014.»

Dalla parte del PLIS Giuseppe Moretti, presidente di Legambiente Martesana, che ha sottolineato come per lui non fosse un problema la presenza dei membri del Comitato.

«Non averci fatti entrare è stata una mancanza di apertura e di democrazia – ha affermato Alessia Cappellini, membro del Comitato -. Farci partecipare sarebbe stato un gesto di partecipazione. Capisco che non ci siamo accreditati all’ultimo bando del 2014, infatti non pretendevamo di intervenire ma di poter partecipare come uditori: questo è stato un gesto di chiusura al dialogo».

«CHE SIA LA POLIZIA AD ALLONTANARCI»

Una risposta che ha fatto arrabbiare il Comitato, che si è presentato comunque fuori dalla sala conferenze della biblioteca di Cernusco, sede della riunione, chiedendo inizialmente che fossero le Forze dell’Ordine a impedirgli di partecipare, per poi, invece, decidere di allontanarsi spontaneamente, insieme ai giornalisti.