Violenza di genere, in martesana parte l’iniziativa “Non chiudere gli occhi”

La Fondazione Somaschi ha avviato un crowdfunding a sostegno delle strutture di ascolto e aiuto delle vittime di violenza

Una nuova iniziativa volta ad aumentare l’attenzione verso la piaga della violenza contro le donne: a lanciarla è la Fondazione Somaschi, che con la campagna di crowdfunding Non chiudere gli occhi. Stai al nostro fianco contro la violenza sulle donne intende supportare l’attività che svolge in tre centri antiviolenza, dislocati a Milano e provincia.

LA CAMPAGNA

I fondi raccolti saranno utilizzati per mantenere attivi gli sportelli territoriali e assicurare i servizi, messi gratuitamente a disposizione delle donne maltrattate.

Chi chiede aiuto è accolto in uno spazio che assicura riservatezza e anonimato e riceve ascolto e assistenza nella valutazione di un progetto mirato al riprendere in mano la propria vita. Sono offerti sostegno psicologico, consulenza e assistenza legale e supporto nella ricerca di una casa e di un lavoro. In casi di rischio elevato è garantita anche ospitalità in case rifugio dove le vittime trovano protezione totale.

Si potrà aderire fino al 21 luglio, effettuando una donazione sulla piattaforma Eppela.

LA RETE ANTIVIOLENZA V.I.O.L.A.

La Fondazione Somaschi fa parte, insieme ad altre realtà del Terzo Settore, della Rete Antiviolenza del Comune di Milano, e gestisce anche il centro antiviolenza in Adda Martesana, V.I.O.L.A.

A questo centro, solo nel 2018, si sono rivolte 142 donne nei 28 comuni della rete Adda Martesana e a inizio 2019, nell’hinterland milanese, è stato registrato un aumento di oltre il 50% in media al mese.

 

Augusta Brambilla