Vimodrone, la 15° edizione della festa di Santa Croce è alle porte

In città saranno presenti grandi nomi come Morgan, Paolo Migone e iPantellas

Maggio è ormai iniziato, e con lui – da martedì 8 a domenica 12 – arrivano anche le celebrazioni di Santa Croce, l’attesissima festa di Vimodrone. Rivisitata a partire dal 2004 – quando, riprendendo il patrimonio della festa religiosa tradizionale, l’Amministrazione decise di arricchire la proposta creando la festa civica – la festa è ormai da tempo occasione di incontro e scambio, vetrina delle associazioni del territorio e punto di incontro con l’esterno.

UNA 15° EDIZIONE DAVVERO UNICA

Una festa – che quest’anno celebra la 15° edizione – nata per i vimodronesi ma con l’intento di interessare l’intero territorio della martesana, che cercherà di unire sia con esibizioni di respiro nazionale che con risorse del ricco tessuto vimodronese, senza mai dimenticare i giovani.
Un programma di tutto rispetto quello dell’edizione 2019 della festa, che vedrà la presenza di ospiti d’eccezione come Morgan– cantante italiano che ha voluto fare di Vimodrone la data iniziale del suo tour nazionale – Paolo Migone– cabarettista di Zelig con la sua comicità disincantata – e iPantellas, youtubers con milioni di followers iscritti al loro canale.

Il calendario dettagliato degli eventi è scaricabile qui.

LA FESTA DI VIMODRONE PER VIMODRONE

I nomi del panorama dell’intrattenimento italiano non saranno i soli a rendere grande la festa: accanto a loro ci saranno coloro che a Vimodrone vivono, studiano o hanno trascorso parte della loro vita. La festa vedrà infatti la presenza dei ragazzi delle scuole vimodronesi, delle bancarelle sul Naviglio e delle giostre tradizionali ma anche degli stand delle partecipate comunali, di momenti d’arte, della lettura di fiabe per i più piccoli e della buona cucina popolare, per concludere poi in bellezza con un intenso spettacolo pirotecnico sulle sponde del Naviglio, nella notte del 12 maggio.

LA DONAZIONE DELL’AMPOLLA

Il primo cittadino Dario Veneroni ha espresso la vicinanza dell’amministrazione alle celebrazioni parlando dell’ormai tradizionale donazione dell’ampolla – opera di un artigiano vimodronese – alla parrocchia San Remigio. Il gesto precede l’inizio della festa di Santa Croce, consacrandolo come «momento di unione dell’intera comunità».

«L’ampolla contiene l’olio che, ardendo sull’altare vicino all’Eucarestia, sarà segno della comune volontà civile e religiosa di costruire il bene della comunità di Vimodrone. Il gesto della sua consegna è accompagnato da un contributo simbolico per l’acquisto dell’olio per la lampada. Il dono dell’ampolla assume un significato particolare, ancorché il consiglio comunale nel 2004 ha istituzionalizzato la festa di Vimodrone Santa Croce come momento di unione. È un’iniziativa voluta dalle Giunte comunali dal 2004 ad oggi per riscoprire insieme il comune obiettivo dell’azione amministrativa e religiosa: ricercare il bene dell’uomo, immagine e somiglianza di Dio, e dell’intera comunità di uomini e donne.Anche nella nostra comunità, insieme vogliamo costruire ponti di relazioni umane e di solidarietà tra le persone per abbattere i muri dell’indifferenza e della paura dell’incontro».

Gli eventi sono tutti a ingresso libero e gratuito.