Mercatone Uno di Pessano: il parcheggio diventa una discarica (Fotogallery)

L’area dell’ex ipermercato si trova da mesi in stato di abbandono. Villa: “stiamo monitorando la situazione”

Sacchi della spazzatura, pezzi d’arredamento, bottiglie rotte e persino un’automobile abbandonata: questi sono solo alcuni esempi di ciò che si trova ormai da mesi nel parcheggio dell’ex Mercatone Uno di Pessano con Bornago, a lato della SP13.

LA STORIA DELL’IPERMERCATO

Mercatone Uno, catena di ipermercati per la grande distribuzione non-alimentare, era sbarcato a Pessano con Bornago negli anni Novanta, salvo poi chiudere le serrande nel 2015, anno in cui la società annunciò la svendita totale. La decisione di chiudere diverse decine di punti vendita in tutta Italia lasciò migliaia di lavoratori in cassa integrazione, compresi i dipendenti del Mercatone di Pessano. Ad agosto dello scorso anno, il Gruppo Mercatone Uno ha ceduto 55 punti vendita a un’altra società, Shernon Holding, che si è impegnata a conservare oltre 2,000 posti di lavoro. Ad oggi, l’ipermercato di Pessano resta ancora chiuso al pubblico, ma si spera in una sua possibile riapertura in autunno.

LA SITUAZIONE ATTUALE

Oggi l’area antistante all’ex ipermercato si trova in uno stato di completo abbandono, con mucchi di rifiuti ben visibili anche a chi transita sull’arteria stradale su cui si affaccia il punto vendita. Il parcheggio è ricoperto da scarti di ogni genere: fuochi d’artificio, pezzi di telaio di una moto, sacchi dell’immondizia e bottiglie rotte.

PAROLA AL SINDACO

Il Sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa ha assicurato che il Comune sta monitorando la situazione e ha affermato di aver provato più volte a contattare il responsabile del sito, senza però ottenere risposta.

«Qualche tempo fa – ha raccontato Villa – quando segnalammo una situazione di degrado con un gruppo di nomadi che aveva occupato il bussolotto d’ingresso, la società era intervenuta prontamente. Ora li stiamo sollecitando a risolvere la situazione al più presto, perché lo stato di abbandono è importante. L’ultimo contatto che sono riuscito ad avere con la società, però, risale a dicembre dello scorso anno».

Non trattandosi di suolo pubblico, il decoro e la pulizia dell’area in questione sono responsabilità dell’azienda che detiene il marchio Mercatone Uno.

«Tutto ciò che posso fare è emettere un’ordinanza di decoro permanente a cui la società è chiamata ad attenersi – ha spiegato il primo cittadino di Pessano -. Noi cercheremo ancora di metterci in contatto e confidiamo di riuscire a trovare un riferimento con cui parlare in tempi rapidi. Ovviamente se la situazione dovesse permanere, saremmo costretti a intervenire per pulire l’area, mettendo inizialmente il costo dell’operazione a carico dei cittadini di Pessano con Bornago, per poi chiedere un rimborso alla società».

«L’unica cosa che potrei rimuovere sono le automobili, ma l’auto abbandonata che si trova ora nel parcheggio rientra nell’area del Comune di Caponago, non di Pessano. Oltre al danno, la beffa».

FOTOGALLERY