Cernusco, Istituto Montalcini: su il sipario sui valori del mondo

Accompagnati dal regista Riccardo Rapella i ragazzi hanno affrontati il tema dei "Valori del mondo", tra scelte, pricipi e necessità.

Fonte: Istituto Montalcini

“Storie sul valore del mondo”: questo il titolo dello spettacolo teatrale portato in scena all’auditorium Maggioni, Venerdì 24 maggio, dalle classi a tempo pieno dell’Istituto Montalcini di Cernusco sul Naviglio. A coordinare i ragazzi Riccardo Rapella, regista e attore teatrale, nonché educatore dell’istituto.

Lo spettacolo, lo suggerisce anche il titolo, tratta il tema del valore del mondo e, soprattutto, delle scelte che tutti siamo chiamati a fare, districandoci nella matassa dove sono intrecciati principi e necessità. Diverse le storie raccontate durante la rappresentazione. Da chi è costretto ad accettare lavori poco onesti per pagare l’avvocato del fratello tossicodipendente in prigione, fino a un ragazzo che lavora in una società di affari molto ricca e importante tormentato da un bivio: dedicarsi a se stesso e alla sua ragazza, oppure continuare a far soldi dedicandosi esclusivamente al lavoro.

IL REGISTA RAPELLA: «RIFLESSIONE SUL CONCETTO DI VALORE»

Riccardo Rapella da oltre dieci anni riesce a conciliare la sua attività di educatore nelle scuole con quella di attore e conduttore teatrale. «Il laboratorio è partito da una riflessione sul concetto di valore» ha spiegato raccontando com’è nato e come si è sviluppato tutto il percorso che ha portato i ragazzi del Montalcini in scena Venerdì 24 magio.

«Abbiamo raccontato – ha detto Rapella spiegando lo spettacolo – una serie di storie con all’interno il concetto di valore, poi abbiamo parlato anche della differenza tra il prezzo e il valore».

Un percorso affascinante, sicuramente non banale, quello che hanno affrontato i ragazzi, arrivando ad interrogarsi sul valore, «spesso collegato – ha detto il regista – al nostro modo di dare senso alla vita»