Carugate ricorda Marino Bassi

Funzionario pubblico, assessore e amante dell'associazionismo con un occhio di riguardo per lo sport. Al Carugate Fitness Village una targa per Marino Bassi.

fonte: profilo Facebook Sindaco Luca Maggioni

Una targa all’interno del Carugate Fitness Village. Così l’amministrazione comunale e Gestisport hanno voluto ricordare Marino Bassi, prematuramente scomparso il 6 agosto 2004 durante una gita in montagna. Alla celebrazione, tenutasi Sabato 18 maggio, presente anche la moglie Tiziana Giudici, che ha ringraziato Luigi Vescovi, per l’amicizia profonda con Marino, e l’Amministrazione Comunale per aver proseguito l’opera del marito.

Presenti all’iniziativa due atlete d’eccezione: Gemma Galli, due argenti agli europei di Glasgow per il libero coordinato e squadra tecnica (nuoto sincronizzato) e Sara Jemai, giavellottista vincitrice di 8 titoli italiani assoluti.

MARINO BASSI

Pubblica amministrazione, politica, associazionismo e sport. Queste le grandi passioni di Marino Bassi. Funzionario del settore servizi sociali di Cernusco sul Naviglio prima e Direttore Generale Vicario della Formazione, Istruzione e Lavoro per Regione Lombardia poi, Marino Bassi ha declinato il suo impegno pubblico anche con l’attività politica, entrando nella Democrazia Cristiana nel 1983 e diventando dopo appena due anni assessore per il comune di Carugate.

Valorizzare le associazioni e le loro attività. In questa direzione si è concretizzato l’impegno politico di Marino Bassi. Questa sensibilità lo ha portato a contribuire alla nascita dell’Università Tempo e Cultura, alla pubblicazione di Vivere a Carugate, un bollettino comunale, e all’istituzione della festa dello sport.

MARINO BASSI E LO SPORT

A spiegare il motivo di una targa dedicata a Marino Bassi in un luogo di sport è stato Luigi Vescovi, amministratore delegato di Gestisport. «Perchè vogliamo fare memoria- ha detto– del compianto Marino Bassi proprio qui in piscina, un luogo di sport per eccellenza? Perchè Marino amava lo sport, amava le persone che praticavano lo sport e amava quelle realtà che le persone avevano scelto per fare sport. Questo amore- ha sottolineato– non è mai stato un sentimento astratto ma un’iniziativa che, soprattutto quando fu assessore allo sport, ha aiutato il mondo sportivo carugatese a crescere».

Non solo un uomo che si prodigava per l’attività sportiva, ma anche un uomo di sport è quello che viene tratteggiato da Luigi Vescovi: «Marino Bassi era uno però che lo sport amava farlo anche in prima persona: in particolar modo amava la montagna. Una passione per il cammino, per la bellezza della natura, per l’amicizia che si rinsalda tra i compagni di un’ascesa».

IL SINDACO MAGGIONI «DOVEROSO RICORDARLO»

Il sindaco Luca Maggioni ha voluto sottolineare come molte cose positive e funzionanti, che spesso si danno per scontate, siano invece «frutto dell’impegno di chi negli anni ha dedicato tempo, competenze e abilità nell’amministrazione pubblica».