Cernusco: la seconda vita di Villa Alari

Concorso di idee per dare una nuova vita a Villa Alari. Possibilità di un partenariato pubblico-privato e fruibilità dei cittadini: queste le linee guida del bando

Raccogliere idee innovative per rifunzionalizzare Villa Alari, donandole così una seconda vita. È questo l’obiettivo del bando (qui il link), rivolto ingegneri ed architetti, pubblicato da qualche giorno dal Comune di Cernusco sul Naviglio.

IL BANDO

Per proporre le proprie idee è possibile partecipare al bando fino alla fine di luglio. Le proposte dovranno riguardare la villa nel suo insieme, comprendendo dunque il cortile d’onore, il parco storico e l’ex cappella gentilizia.

Il bando prevede la possibilità di attivare un partenariato pubblico-privato per la gestione della villa e pretende che i progetti prevedano la fruibilità della villa da parte dei cittadini, anche per attività aperte al pubblico.

Entro qualche settimana sarà organizzato un incontro aperto ai professionisti in modo da presentare il concorso di idee nel dettaglio.

IL TRAILER

Per promuovere il concorso di idee è stato diffuso sui canali social del comune un trailer (qui il link) dove una ragazza, dopo uno scatto fatto alla facciata restaurata di Villa Alari, chiude gli occhi e, riaprendoli, si trova nei panni di una damigella alla scoperta della dimora.

PAOLO DELLA CAGNOLETTA: «QUESTO È SOLO UN PUNTO DI INIZIO»

Per Paolo della Cagnoletta, assessore al Patrimonio, il concorso di idee è solo il punto di inizio di un percorso che non sarà ne breve ne semplice. «Sappiamo – ha detto – che questo è solo un punto di inizio verso un lungo percorso che siamo consapevoli essere non semplice, sia per quanto riguarda l’investimento iniziale per realizzarlo, che per il suo mantenimento futuro. Ma siamo anche convinti – ha proseguito – che questa importante sfida meriti di essere giocata esattamente come Villa Alari, per la sua bellezza e per quello che ha rappresentato e rappresenta, merita di essere riconsegnata alla città».

IL SINDACO ERMANNO ZACCHETTI: «INTENDIAMO COINVOLGERE LA CITTA’»

Il Sindaco Ermanno Zacchetti ritiene fondamentale far conoscere il percorso che riguarda Villa Alari a quante più persone possibile. «Intendiamo coinvolgere la città in questo percorso – ha detto – con strumenti innovativi di comunicazione che possano raggiungere il più alto numero di persone. Villa Alari – ha sottolineato – per tornare a vivere ha bisognodi buone idee e proprio per questo deve essere conosciuta e promossa ben oltre i nostri confini, diventando luogo attrattivo non solo per i cernuschesi, anche in termini di finanziamenti sia pubblici che privati».