Ciclabili sotto l’albero: entro Natale due nuove piste collegheranno la martesana

Le ciclabili si snoderanno tra Gorgonzola-Melzo e Pozzuolo-Bellinzago

Pista ciclabile - immagine d'archivio

Una buona notizia per pedoni e ciclisti: entro Natale saranno aperti due nuovi tratti di piste ciclabili tra Gorgonzola e Melzo e tra Pozzuolo Martesana e Bellinzago Lombardo.

Le opere sono finanziate dalla concessionaria Tangenziale Esterna SpA, che si è impegnata a offrire maggiore sicurezza a pedoni e ciclisti negli attraversamenti della Cassanese e  della Padana Superiore. Le nuove piste sono realizzate da imprese selezionate dai comuni interessati, rispettando elevati standard di sicurezza. Con un leggero ritardo sulla data prevista del 20 dicembre (avevamo infatti parlato della ciclabile Melzo-Gorgonzola pronta per Natale) le piste dovrebbero essere ultimate comunque entro l’inizio delle festività.

«A meno di ritardi imposti da condizioni meteo particolarmente sfavorevoli – ha spiegato Tangenziale Esterna SpA – l’entrata in esercizio di entrambi i percorsi ecologici è prevista entro il 25 dicembre e dovrebbe concretizzarsi, dunque, nell’imminenza delle Festività, costituendo una strenna apprezzata da ciclisti e pedoni, esposti da troppo tempo al pericolo dei contatti ravvicinati con auto e camion».

LA CICLABILE MELZO-GORGONZOLA

Il percorso ciclabile tra Gorgonzola e Melzo sarà intitolato ad Alessandro De Nicola, il 21enne di Gorgonzola che nel 2014 fu investito da un’auto mentre percorreva in bicicletta la strada verso Melzo.

La pista si dipana, in corrispondenza della strada per Melzo, dalla ciclabile lungo il cavalcavia di via Parini, consegnata dal Consorzio Costruttori TEEM nell’ambito dell’ammodernamento cui è stata sottoposta la Cassanese, e continua per un primo tratto a ovest della Roggia Bescapera, correndo in parallelo a quest’ultima.

A est della roggia la pista prosegue fino alla mini-rotatoria nei pressi di via Parini (quartiere Molino Nuovo) per collegarsi a via degli Abeti e raccordarsi all’esistente sottopasso protetto alla Padana Superiore, sottoposto a un importante intervento di riqualificazione.

La società Tangenziale Esterna SpA ha investito circa 1,5 milioni di euro per la realizzazione e la messa in sicurezza del percorso, che si sviluppa complessivamente per 1,7 chilometri.

LA CICLABILE TRA POZZUOLO E BELLINZAGO

Nella pista ciclabile tra Pozzuolo e Bellinzago, che si sviluppa per circa 2.5 chilometri, sono stati investiti 1,8 milioni di euro, di cui il 75 per cento a carico della Concessionaria.

Limitrofa all’Uscita Pozzuolo Martesana di A58-TEEM, l’infrastruttura collegherà i centri lambiti favorendo l’interscambio pedali-rotaie all’altezza della Metropolitana Due (Gessate) e del Passante (Pozzuolo e Trecella).

A Bellinzago Lombardo la pista partirà da via San Giorgio per proseguire, in parallelo con la Cassanese, fino all’imbocco di via Papa Giovanni XXIII; a Pozzuolo il tracciato avrà come scenario il versante destro dell’ex Strada Provinciale (da via Leopardi sino a Cascina Solcia) e offrirà la massima protezione possibile agli utenti.

UNA RISORSA PER IL TURISMO

«Oltre a riannodare paesi e frazioni all’insegna della viabilità lenta, i 35 chilometri di nuovi percorsi ciclopedonali finanziati e resi fruibili da Tangenziale Esterna SpA dopo l’apertura al traffico (16 maggio 2015) dell’Autostrada taglia-code – ha commentato la società – stanno assicurando risorse davvero insperate alle comunità che hanno accettato A58-TEEM».

Alcuni dei percorsi sono stati infatti inseriti nei circuiti cicloturistici regionali da autorevoli esperti del settore. Questo ha attirato un numero consistente di visitatori nella zona Est-Sud dell’Area Metropolitana, soprattutto nei weekend, attivando un volano economico.