Cernusco presenta le Giornate del Patrimonio 2018

Martedì 11 settembre si è svolta la presentazione della manifestazione dedicata alla cultura

Il 2018 è l’anno europeo del Patrimonio Culturale, e per l’occasione tornano, nei musei e nei luoghi della cultura di tutta Italia, le giornate europee a lui dedicate.

No Banner to display

Il 22-23 e 29-30 settembre, in diversi comuni si svolgeranno visite guidate e iniziative speciali a tema “L’arte del condividere”, con l’apertura di luoghi normalmente chiusi al pubblico per permettere di ammirare le bellezze paesaggistiche, gli edifici storici, i musei ma anche la tradizione, la musica, i colori, i sapori e l’arte dei diversi territori.

SETTE COMUNI COINVOLTI

Il comune di Cernusco sul Naviglio, in collaborazione con Ecomuseo Martesana, coinvolge nella proposta culturale sette comuni dell’area della Martesana, Carugate, Cassina de’ Pecchi, Gorgonzola, Cassano d’Adda, Inzago, Pozzuolo e una decina di associazioni del territorio. Il filo conduttore è “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro” e accanto alla riscoperta di tradizioni agricole e storiche e di antichi luoghi della spiritualità ci sarà anche l’inaugurazione di una moderna installazione nel Parco di Villa Taverna a Ronco.

LA PRESENTAZIONE A CERNUSCO

Alla presentazione del progetto di martedì 11 settembre a Cernusco erano presenti il sindaco Ermanno Zacchetti e l’assessore alla Cultura Mariangela Mariani, l’assessore alla Cultura di Cassina de’ Pecchi Laura Vecchi, il presidente di Ecomuseo Martesana Carlo Cella, il coordinatore Benigno Calvi e i presidenti delle varie associazioni coinvolte tra le quali Concordiola di Gorgonzola e Cardinale Peregrosso di Pozzuolo Martesana.

“Ci tenevo ad essere qui a fare gli onori di casa per Cernusco, per ringraziare chi ha preparato questo progetto e Ecomuseo Martesana che lo sostenuto. – ha dichiarato Ermanno Zacchetti Lo spirito di collaborazione ha dato segni tangibili per un evento che dà modo a tutti i comuni italiani di dare voce a storia, cultura e tradizione”.

Nelle parole dell’assessore Mariangela Mariani è palpabile la soddisfazione: “Noi abbiamo aderito solo da un anno a Ecomuseo, e sono felice del fatto che il lavoro di rete, in cui ho sempre creduto, abbia portato all’elaborazione di un programma ampio e condiviso. La diffusione delle iniziative su un territorio più ampio così come le sinergie tra le amministrazioni comunali e le associazioni che aderiscono all’Ecomuseo ci fanno ben sperare che anche per l’anno prossimo potremmo ampliare ancora maggiormente questo lavoro di rete”.

Carlo Cella ha ribadito che “Il nostro scopo è quello di dare un senso e una spinta a tutto ciò che di bello e di attrattivo c’è nel territorio che va da Milano verso i comuni limitrofi e muovere i milanesi a scoprire la bellezza e la cultura a due passi dalla città. Ringrazio tutti voi della presenza e ci auguriamo che la collaborazione con i comuni possa dare vita ancora a tante iniziative interessanti”.

Benigno Calvi ha sottolineato “Ecomuseo Martesana della zona Adda Martesana è un’associazione di comuni, persone, scuole, portatori di interesse, associazioni che hanno fatto un patto di comunità e stanno cooperando in sinergia di intenti e come zona omogenea. Siamo qui per rilanciare questo nuovo ruolo che deve essere visto da Città Metropolitana e dalle amministrazioni comunali come servizio pubblico sussidiario in collaborazione con tutti i soggetti interessati all’interno di un percorso che vale la pena di giocare per il bene comune di questa terra”.

Nell’ottica di una inclusione che sia il più totale possibile, Laura Vecchi ha commentato “Noi abbiamo creduto nell’Ecomuseo sin dall’inizio e quest’anno i temi hanno incrociato le nostre passioni con due eventi importanti tra passato e futuro”. Pronta la replica di Cristina Ricci dell’associazione Concordiola “Anche noi ci siamo stati sin dal principio e continuiamo a condividere un percorso di idee e di fatti che ci rende soddisfatti della collaborazione”.

Stefano Bianchessi dell’associazione Cardinale Peregrosso ha poi concluso “Noi ci siamo avvicinati per ultimi e cerchiamo di cooperare per lo sviluppo culturale del nostro paese. L’obiettivo è anche quello di essere più celeri nel lavorare insieme perché solo collaborando insieme daremo visibilità a quello che di bello interessante e attrattivo ha il territorio della Martesana”.

Tanti gli eventi che i diversi comuni propongono e che sono consultabili sul sito del comune di Cernusco sul Naviglio.

 

Augusta Brambilla