Sport “fuoridalcomune”: paddle, mix degli sport di racchetta

In Italia è ormai paddle-mania: scoprite con noi le particolarità di questo lontano (ma non troppo) cugino del tennis

Tennis, squash, racquetball, touchtennis, persino ping pong: di sport che prevedono di stringere una racchetta tra le mani ne esistono tantissimi, e oggi – con questo ultimo appuntamento con gli sport “fuoridalcomune” – parleremo del paddle (o padel, che dir si voglia), una combinazione di molti di questi.

UNA STORIA MESSICANA

Questo sport nacque ad Acapulco – da qui la pronuncia “padel” – dall’idea di Enrique Corcuera, messicano deciso a costruirsi un campo da tennis personale, pur avendo spazio limitato. Dovendo separarlo, poi, dalla folta vegetazione, costruì delle pareti in muratura… un’intuizione che lo avrebbe reso l’inventore di questo sport, che si diffuse dapprima in tutta l’America centrale e il Sudamerica, e poi in Europa, arrivando prima in Spagna e Francia e poi in Italia, debuttando a Bologna nel 1991.

UN TENNIS DI SQUADRA… CON I MURI

Del cugino tennis mantiene il regolamento, ma la racchetta si presenta come più leggera e ridotta e il campo più piccolo, a differenza delle palle, che restano le stesse. La grande differenza con il tennis è evidente nelle pareti che delimitano i lati di fondo del campo, proseguendo fino a metà dei laterali in una sorta di “U”, utile a permettere che la palla vi rimbalzi, restando sempre in campo. Le pareti sono di plexiglass o di altro materiale trasparente, per permettere la visione della partita agli spettatori, che possono essere davvero molti, considerando che la partita si svolge con 4 giocatori in campo!

UNO SPORT PER TUTTI

Se siete dei tennisti esperti scoprirete un nuovo modo divertente di vivere il vostro sport, ma se invece non avete mai toccato una racchetta? Tanto meglio: il paddle permette una giocata molto più semplice, con l’eliminazione del servizio di partenza – una difficoltà per chi non pratica il tennis – e un’animo da sport di squadra: si tratta di una disciplina divertente, socievole, che avvicina le persone, e permette di giocare al meglio anche chi non ha confidenza con la racchetta.

VOLETE PROVARE? NIENTE DI PIÙ FACILE

Il paddle, oggi, ha una Federazione italiana tutta sua, che conta più di 4mila tesserati, più di 12mila praticanti e campionati di serie A, B e C, e molti campi in Italia: siete curiosi di provare? Allora Gardanella Sport Village è il luogo che fa per voi: qui trovate tutte le informazioni su come prenotare i campi, mentre questi sono i numeri che potete chiamare per ottenere maggiori informazioni: 02.5471598 02.51650278.

A noi non resta che augurarvi una buona partita!