Incendio a Cascina Martesana, l’origine sembra dolosa: persi i lavori dei bambini

Fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto; Ecomuseo Martesana esprime la sua vicinanza ai colleghi

Ci sono notizie che non si vorrebbero dare, tra cui quella dell’incendio divampato nella mattinata di martedì 3 luglio nel giardino nascosto di Cascina Martesana, il centro di incontri e socialità di via Bertelli 44 a Milano, gestito dagli associati dell’associazione E.T.C. Ecologia Turismo Cultura, e frequentato da oltre 20.000 milanesi, che, all’interno dei suoi spazi, svolgono numerose attività.
Il giardino comunitario è il luogo nel quale i soci dell’associazione i cittadini possono dedicarsi ad attività quali yoga, ortoterapia, musica, letture e presentazioni.

CAUSA DOLOSA

Purtroppo, la causa dell’incendio parrebbe essere dolosa: fortunatamente nessuno è stato coinvolto nell’incidente, ma sono stati bruciati alcuni cassoni coltivati a orto dai bambini del quartiere – che hanno così perso i propri lavori – e la serra.

IL SOSTEGNO DI ECOMUSEO

È arrivato presto il sostegno da parte di Ecomuseo Martesana, che ha ritenuto importante esprimere la propria vicinanza a chi dedica tempo e lavoro alla gestione della Cascina: “Ecomuseo Martesana esprime la propria costernazione per gli autori del gesto vandalico e tutto il proprio sostegno e solidarietà agli amici della Cascina. Siamo convinti, come essi stessi sostengono, che questo increscioso episodio darà nuova forza propulsiva ai loro progetti culturali e sociali volti alla valorizzazione del bene comune e alla crescita comunitaria.”

IL RINNOVO DEL PERMESSO DI GESTIONE

Non solo cattive notizie, però, come affermato dai responsabili della Cascina: “Da qualche giorno abbiamo avuto la conferma informale che il nostro permesso di gestione del giardino molto probabilmente verrà rinnovato per i prossimi 3 anni da parte di Comune di Milano e Municipio2″.

Per ulteriori informazioni sul progetto è possibile visitare questa pagina web