Comuni ricicloni: La Martesana fa scuola, quattro comuni tra i più virtuosi

I Comuni della Martesana più virtuosi sono coloro che hanno abbattuto la quantità di secco pro-capite prodotta

I dati contenuti nel XXV rapporto Comuni Ricicloni di Legambiente, presentato ieri a Roma in occasione della seconda giornata dell’ ‘EcoForum l’economia circolare dei rifiuti’ hanno certificato lo straordinario cammino compiuto dai comuni della Martesana negli ultimi anni a livello di raccolta differenziata.

La classifica dei comuni del milanese vede nelle prime dieci posizioni, due paesi della Martesana: Carugate (4°) e Inzago (10°). Oltre il 10° posto troviamo Vimodrone (13°) e Cernusco sul Naviglio (14°), unico sopra i 20.000 abitanti.

Nel corso degli anni gli obiettivi della classifica dei Comuni Ricicloni sono diventati sempre più stringenti, adeguandosi al panorama della gestione dei rifiuti in Italia che è mutato molto nel tempo. I comuni inseriti nella classifica producono, al massimo, 75 chili di secco residuo all’anno, ovvero di rifiuti avviati a smaltimento.

Soddisfatto il sindaco di Cernusco, Ermanno Zacchetti: “Se ripenso alla scelta fatta a Giugno 2016 di intervenire sulla raccolta rifiuti con il progetto sperimentale Ecuosacco di CEM e a tutta l’energia messa in campo insieme agli uffici per attuarla – ha dichiarato il Sindaco Ermanno Zacchetti – non posso che essere contento per la bontà della strategia a lungo termine che scegliemmo allora. Come ripetevo da Assessore all’Ambiente in quei primi mesi, non è solo una questione di costi ma anche e soprattutto di attenzione all’ambiente in un’ottica di economia circolare, che i Cernuschesi – ne ero certo – si sono dimostrati ancora una volta campioni nell’interpretare“.

In questo gruppo di comuni ‘rifiuti free’ sono solo 50 i comuni che superano i 15mila abitanti, comprendendo anche comuni di una certa dimensione, come ad esempio Carpi (quasi 73mila abitanti), Empoli (52mila abitanti) e appunto Carugate, Vimodrone e Cernusco sul Naviglio.