Un percorso sensoriale per scoprire l’archeologia del Nord-MIlano

Nasce la mostra "Storie Svelate", realizzata da giovani e studenti

Se è davvero il passato a raccontare chi siamo oggi, allora non ci sono dubbi che la nostra storia sarà ben rappresentata presso la Sala Mostre R. Crippa di Villa Casati, che dal 16 al 22 febbraio ospiterà Storie Svelate, una mostra sulla riscoperta dell’archeologia nel Nord Milano attraverso un percorso sensoriale, realizzata con studenti e ragazzi degli istituti scolastici.

L’inaugurazione della mostra, organizzata dai ragazzi di Genius Loci – Associazione Culturale Egeria in collaborazione con il centro di aggregazione giovanile Sirio, avverrà alla presenza dell’assessore alle politiche giovanili di Cologno Simone Rosa e dell’archeologa Chiara Bozzi, presidente di Egeriavenerdì 16 febbraio, alle ore 18.00, presso la Sala Pertini di villa Casati.

“È importante – ha raccontato l’assessore Rosa – portare in città una mostra che, attraverso l’esposizione di reperti antichi, descrive il nostro passato e ci consente di riconoscere le antichissime radici della nostra cultura, che affondano nell’età del rame. Infatti la più antica traccia di civilizzazione rinvenuta sul nostro territorio rimanda a un insediamento umano di quell’epoca”.

La mostra illustra i rinvenimenti archeologici del Nord Milano ed è corredata da riproduzioni stampate in 3D di reperti antichi e pannelli in braille, per la fruizione da parte di persone ipovedenti e non vedenti.

Saranno presentati anche i risultati di Genius Loci, il progetto a tema archeologico finanziato da Link On Labour, promosso da alcuni comuni del Nord Milano per sostenere l’imprenditorialità giovanile e lo sviluppo di idee per migliorare la vita nel territorio.

I ragazzi di Genius Loci – Associazione Culturale Egeria, nel mese di dicembre avevano dato inizio a laboratori didattici sul tema archeologico in alcune scuole del Nord Milano, partendo dalle risposte alle domande  ‘Cos’è l’archeologia e chi è l’archeologo?’, passando poi alla pratica con la proposta di simulare uno scavo archeologico, utilizzando gli strumenti e le tecniche del mestiere.

La mostra rimarrà aperta  dal 16 al 22 febbraio con i seguenti orari: dal lunedì al giovedì 17.00-19.00, sabato e domenica 10.30-13.00 / 15.30-19.00.

Franca Andreoni