Arriva l’unione delle Pro Loco, insieme per un progetto che le valorizza

Diverse Pro Loco si sono riunite a Gessate nella serata di martedì 20, per parlare del 'Progetto Pro Loco Adda Martesana', volto a valorizzare e promuovere il territorio anche attraverso un film-documentario

Si è svolto nella serata di martedì 20 febbraio, in Aula Consiliare, l’incontro con diverse Pro Loco organizzato da Proloco Gessate alla presenza di Ecomuseo Martesana e del Presidente Regionale Lombardia Pietro Segantini.

A fare gli onori di casa, il sindaco Giulio Sancini, che con alcuni degli assessori e consiglieri di maggioranza ha salutato i presenti: “Ringrazio la Proloco di Gessate per avermi invitato e ringrazio tutti voi che siete qui a parlare di questo interessante progetto che unisce le diverse piccole e grandi realtà delle proloco della nostra area  e per il quale noi siamo qui a offrire supporto e sinergia”.

Un dibattito a più voci che ha visto protagonisti le Proloco dei comuni di Gessate, Cambiago, Cassano d’Adda, Trezzano Rosa, Basiano, Melzo, Pozzo d’Adda,Vaprio d’Adda, Cernusco sul Naviglio, Inzago,Carugate, Rodano che aveva come tema il territorio Adda Martesana e le sue attrattive.

Il progetto Proloco Adda Martesana nasce dalla volontà e su iniziativa della nostra proloco per un percorso di condivisione di idee e proposte con le altre proloco del territorio a cui apparteniamo come occasione di crescita, scambi di esperienza e conoscenza. – ha dichiarato Walter Pepe, presidente di Proloco Gessate Il nostro intento resta quello di portare alla luce e dare risalto al patrimonio culturale, ambientale, architettonico e produttivo di ciascuna realtà con l’inclusività di associazioni, persone, studiosi, enti, comuni”.

L’ambizioso progetto è volto a mettere in luce le peculiarità del territorio AddaMartesana con una ricerca attraverso scritti storici, bibliografie, interviste, opere pittoriche, fotografie, filmati, studi statistici. E tra le molte idee c’è anche con la possibilità di realizzare un film/documentario. È un’opera culturale, istituzionale e promozionale che necessita della collaborazione di tanti soggetti come enti, privati, aziende e imprese, studiosi e amministrazioni per trovare pieno compimento.

Il fine che avete è quello di promuovere il territorio di appartenenza dando risalto alle vostre peculiarità che sono tante e tutte suggestive nell’ottica di un respiro più ampio e con la possibilità che possa attrarre a sé turismo – ha sottolineato Pietro Segantini – Restate uniti, credete in ciò che fate e portate avanti le vostre idee, pur nelle difficoltà che ci saranno ma sempre con la voglia di fare e di crescere”.

 Benigno Calvi, coordinatore di Ecomuseo Martesana, ha espresso così il suo entusiasmo per l’iniziativa: “Il nostro sostegno è quello di esserci. Lavoriamo assieme per la Martesana: abbiate il coraggio di entrare a fare parte di Ecomuseo con la vostra storia, i vostri sogni, le vostre emozioni con una collaborazione attiva e foriera di belle cose”.

Il cammino è appena iniziato e la maggior parte dei presidenti che erano seduti nell’emiciclo della sala hanno applaudito e condiviso le parole conclusive di Walter Pepe
“Il nostro spirito è quello di collaborare con tutti e ognuno con la propria responsabilità, perché abbiamo nelle persone che ci credono e ci sostengono la forza per portare a compimento ciò che per noi è un progetto importante e fattibile”.

Il tavolo delle proposte e discussioni è ancora aperto e il prossimo appuntamento è fissato per il 20 marzo a Inzago.

 

Augusta Brambilla