VIMODRONE
LA POLIZIA LOCALE “SCENDE IN PIAZZA”. NUOVO SERVIZIO AI CITTADINI

Un comando di polizia locale sempre più vicino alla cittadinanza. Questo il modello operativo del comando vimodronese che ha tenuto una conferenza stampa venerdì 10 novembre per esporre i nuovi servizi a presidio del territorio oltre che ai suoi nuovi progetti.

Rinconfermata con orgoglio, da parte del sindaco Dario Veneroni e dal comandante Gianni Pagliarini, la vera e propria ‘politica della prevenzione e della sensibilizzazione’ che questo comando attuata da ormai diversi anni sul territorio attraverso sia le iniziative scolastiche sia quelle rivolte all’intera cittadinanza. “Non solo organo di controllo e repressione ma il comando della Polizia Locale di Vimodrone offre anche momenti culturali di insegnamento, soprattutto rivolti alle nuove generazioni – dice in apertura di conferenza il sindaco Dario Veneronitematica ricorrente della campagna elettorale è stato il tema della sicurezza del territorio e oggi siamo qui per dire ciò che stiamo facendo, per arrivare ad un unico fine: la sicurezza”. Per il perseguimento di questo obiettivo, oltre all’ampliamento delle telecamere di videosorveglianza (attualmente sono 49 le telecamere sul territorio),  il sindaco e il comandante hanno annunciato che avverrà un’estensione della presenza della polizia locale sul territorio 7giorni su 7, garantendo anche la continuità serale e notturna, pur trovandosi in sottorganico. “ Nel rispetto delle normative generali e contrattuali e attraverso le risorse econimiche ed umane di cui disponiamo, avverrà un allargamento della fascia oraria lavorativa del comando – dice Gianni Pagliarini, Comandante della Polizia Locale di Vimodrone- per quanto riguarda le telecamere di videosorveglianza e i varchi di lettura targhe, sono sicuramente strumenti delicati, utili e importanti e che integrano le politiche di controllo del territorio, permettendo soprattutto i dispositivi di lettura delle targhe l’identificazione di fatti delittuosi”.

E sempre cercando di attuare un mix di presidio del territorio unito ad uno sforzo per migliorare le relazioni con i cittadini, è stato annunciato il nuovo servizio offerto dal Comando: ‘ Polizia Locale in piazza’. Un progetto sperimentale, che partirà dal 13 novembre in Piazza Martesana, e che vede un’automobile attrezzata di un ufficio mobile collocata a rotazione in alcune zone del paese con lo scopo sì, di costruire un presidio di legalità, ma anche quello di voler essere un punto di riferimento dei cittadini offrendo così, la possibilità, agli abitanti di Vimodrone di esporre i proprio problemi e di ricevere risposte immediate dagli agenti. “Un ulteriore tentativo di migliorare e fortificare il rapporto con i cittadini –dice il comandante–  noi come comando abbiamo bisogno di avere un rapporto diretto con gli abitanti del paese e le associazioni di Vimodrone perché solo attraverso la collaborazione, l’istituzione può offrire servizi migliori. Il confronto e il suggerimento non ci spaventano, anzi sono per noi fonte preziosa”.

Un comando della polizia locale che cerca in tutti i modi di non essere considerato soltanto come organo repressivo ma anche e soprattutto un organo che cerca il dialogo, un dialogo trasparente che si manifesta anche attraverso il suo sito. Visitando la pagina web www.polizialocalevimodrone.it, oltre a trovare molte informazioni, tra cui anche le date e gli orari dell’ufficio mobile, si possono leggere anche i giorni e i luoghi dove vengono attuati i controlli della velocità.

Per quanto riguarda l’andamento delle attività, il comandante Pagliarini afferma una diminuzione evidente sia dei veicoli abbandonati sul territorio sia anche un calo netto dei sinistri oltre che ad un leggero aumento + 3%, delle attività delle pattuglie dell’organo. “ Con questi servizi –conclude il sindaco Dario Veneroni–  stiamo dando concretezza all’obiettivo che tutti i partiti e le liste che si sono presentate in campagna elettorale volevano raggiungere in tema di sicurezza sul territorio”.