CERNUSCO SUL NAVIGLIO
IL PRIMO TORNEO INTERNAZIONALE DI MINIBASKET ORGANIZZATO DA ENJOY SPORT

Contenuto a scopo promozionale

Si è svolto lo scorso weekend l’evento organizzato da Enjoy Sport che ha coinvolto ben 500 persone fra atleti, preparatori, famiglie ed appassionati dedicato al primo Torneo Internazionale di Minibasket. Le due giornate, svoltesi presso il palazzetto di via Buonarroti 44, hanno accolto ben 12 squadre suddivise in 4 gironi, che si sono affrontate sul campo dalle 9:00 alle 18:00 (qui la locandina con il programma, rispetto alla quale vi è stata la sostituzione di Rimini con Seregno), disputando due partite al giorno. Tra le formazioni, che sono state tutte inserite nei Campionati Competitivi durante la stagione sportiva, ci sono stati team provenienti da tutta la penisola e persino uno serbo, arrivato da Belgrado per disputare i match.

In totale, in campo si sono confrontati ben 170 atleti classe 2006. I vincitori del torneo aquilotti sono stati i ragazzi dell’Olimpia Milano, seguiti da Aurora Desio, Virtus Bergamo e dalla squadra di casa i Bufali, arrivata in quarta posizione.

Sono molto soddisfatto – ha raccontato Andrea Guffanti, ideatore e responsabile dell’evento – l’iniziativa doveva essere un momento di incontro e di divertimento e con lo scopo di creare aggregazione attraverso la sfida e la passione sportiva, e così è stato! Giovani giocatori, tecnici e famiglie, hanno condiviso un weekend di gioco e divertimento trovandosi a confronto con realtà e persone geograficamente molto distanti”. Giocatore di basket e collaboratore di Enjoy, Andrea ha accolto le squadre in trasferta da venerdì, organizzando i loro spostamenti secondo le esigenze di ognuno, senza lasciare nulla al caso. Il centro sportivo ha anche servito il pranzo a tutti in entrambe le giornate, grazie alla disponibilità di volontari e collaboratori.

Sull’onda del successo di questo primo Torneo, Enjoy svilupperà le prossime edizioni, con l’obiettivo di trasformare l’evento in un appuntamento annuale per il basket giovanile, basandosi sulla forte motivazione sportiva e sulla solida rete di conoscenze nel settore.