CARUGATE
GLI APERITIVI LETTERARI CHIUDONO CON LA POESIA DI FAUSTO BERETTA

È di sabato 13 Maggio l’ultimo dei cinque aperitivi letterari organizzati dalla Biblioteca Civica in collaborazione con numerose associazioni del territorio. La location in cui si è deciso di riunire curiosi ed appassionati è stato l’affascinante Orto Comunitario di via Roma a Carugate, che nei suoi spazi verdi ha accolto il poeta Fausto Beretta.

Fausto Beretta

Busserese classe ’47, classificato al secondo posto al premio internazionale di poesia Salvatore Quasimodo 2016 e vincitore del Primo Premio per la Pace e la Giustizia Sociale di Torino sempre nel 2016, Fausto si occupa da tanti anni di teatro nelle vesti di regista, ma ha sempre coltivato una parallela passione per la poesia, che ha deciso di condividere con il pubblico nel 2015, attraverso la pubblicazione della raccolta Per tutti, la più bella.

Ho deciso di pubblicare queste mie poesie – ha raccontato l’autore – perché volevo fare una sorpresa ai miei amici, volevo che fosse un regalo. Ho iniziato a scrivere intorno ai sedici anni: tornando a casa in bicicletta dalla scuola serale mi sono accorto di sentirmi ispirato dalla natura che mi circondava, così ho cominciato a mettere le mie parole su carta”.

Il volume, edito da Aletti, raccoglie numerose poesie che durante il pomeriggio di sabato sono state interpretate con grande maestria e con un ricercato accompagnamento musicale dagli amici Danilo Lamperti e Luigi Corno.

Il titolo, come affermato dallo stesso autore: “Si riferisce alla poesia. Considerando i disastri che avvengono nel mondo, il caos che è presente, la poesia è la cosa più bella in quanto riesce a dare alle persone un sorriso e un po’ di bellezza, che a loro volta loro trasmetteranno ad altri. La poesia è produttrice di bellezza in questo mondo grigio.”

Le tematiche affrontate dai versi di Fausto Beretta sono sia le piccolezze della vita che questioni più spinose e dolorose come guerre e migrazioni, di cui ha parlato durante l’incontro, rendendosi disponibile anche a rispondere a delle domande.

La lettura di poesie è stata seguita da un aperitivo offerto nella suggestiva location verdeggiante e dalla vendita dei volumi, che gli acquirenti hanno avuto l’occasione di vedere firmati dall’autore. L’evento è stato anche occasione per la Biblioteca di presentare l’edizione 2017 del concorso letterario biennale Liberi di scrivere, che da anni raccoglie racconti provenienti da tutta Italia e che per quest’edizione propone come tema “il silenzio”.

Insomma, l’iniziativa degli aperitivi letterari 2017 si è conclusa sulle note morbide della poesia di un uomo capace di utilizzare i versi per trattare anche temi importanti: come il poeta presente all’incontro Alberto Figliola l’ha definita, “La sua poesia è bella, buona e utile”. L’appuntamento a questo punto, è alla prossima edizione che sicuramente saprà riservare grandi sorprese.

04