PIOLTELLO
L’ASSOCIAZIONE 26 APRILE CERCA FAMIGLIE PER ACCOGLIERE I BIMBI BIELORUSSI

Anche quest’anno l’associazione “26 Aprile” lancia il Progetto Chernobyl che coinvolgerà i comuni di Pioltello e Cernusco sul Naviglio. Attraverso la campagna “Cercasi Famiglie” verrà data l’opportunità a 20 nuclei famigliari, di qualunque tipo, di accogliere per il mese fi giugno, in casa propria, un bambino bielorusso. “Abbiamo lanciato questa campagna per dare l’opportunità ai bambini che vivono nelle zone colpite dal disastro di Chernobyl di migliorare le proprie condizioni di salute – spiega Valeria Croce, volontaria dell’Associazione -. Secondo le stime dell’Arpa Emilia Romagna, dopo un solo mese di permanenza all’estero, i danni delle radizioni subite dal contatto con ambienti e cibi contaminati si riducono del 50%”.

Negli ultimi 20 anni, oltre 230 famiglie pioltellesi, cernuschesi e dell’hinterland milanese hanno accolto ben 540 bambini provenienti dalle zone contaminate, e si spera che il numero continui a crescere. In tal senso si muove l’operato dell’associazione, che offre alle famiglie ospitanti un sostegno durante tutto il periodo di permanenza dei bambini. Dal lunedì al venerdì, saranno accolti presso la scuola elementare Falcone Borsellino di Pioltello, mentre nel fine settimana avranno la possibilità di partecipare ad attività organizzate dai volontari dell’Associazione. Inoltre, per le famiglie è disponibile un corso di lingua russa per avere le basi di comunicazione con i piccoli ospiti. Alle famiglie volontarie non è chiesto alcun contributo economico per il viaggio dei bambini, solo vitto e alloggio per il mese.

Le famiglie interessate possono contattare il referente Paolo Zabotto al numero: 340.2825907 oppure alla mail: paolo.zabotto@hotmail.it per fissare un colloquio conoscitivo.