PESSANO
ARRIVA WHATSAPP PER LE COMUNICAZIONI SCUOLA-GENITORI

Il Comitato dei genitori del Comune di Pessano stupisce ancora. Dopo le numerose donazioni all’Istituto comprensivo “Daniela Mauro” della città ed i molteplici aiuti per migliorare la scuola del territorio, ora arriva anche WhatsApp. “ E’ da un po’ di tempo che il comitato pensava alla realizzazione di un servizio che potesse permettere ai genitori di rimanere sempre in contatto con l’istituto scolastico – dice Paolo Ghedini, Responsabile Comitato dei Genitori- agevolare il colloquio tra scuola e genitori è il fulcro di questa iniziativa che sicuramente rientra in un progetto che da 15 anni a questa parte il comitato porta avanti”. Il comitato di genitori di Pessano dedica infatti il suo operato da più di 15 anni verso questo istituto comprensivo che racchiude i quattro plessi della città: la scuola dell’infanzia, quella primaria e secondaria e le classi speciali. Numerose sono state le raccolte di fondi attuate da questo gruppo di genitori che hanno permesso al “Daniela Mauro” di essere sempre al passo per un’ottima istruzione attraverso i migliori mezzi. Il  Comitato è inoltre dotato da tempo di una pagina web (qui), una pagina su facebook, e un canale  youtube.

Ma in cosa consiste questo “gruppo di Whatsaap”? tutte le segnalazioni inerenti alle comunicazioni scolastiche, le circolari, gli avvisi importanti e di carattere urgente che l’amministrazione scolastica vuole comunicare saranno così inviati a tutti i genitori che si iscriveranno a questa iniziativa. Come fare? È necessario, come primo passo, memorizzare sul proprio telefono il numero 3880957175 e, in secondo luogo, inviare un messaggio WhatsApp, sempre a questo numero, nel quale si indica il nome e il cognome del genitore seguito dal plesso scolastico del proprio figlio. Dopo aver attuato questi due semplici passaggi, si riceverà un messaggio di conferma dell’iscrizione e sarà in questo modo possibile ricevere da subito tutte le informazioni e tutte le novità che riguardano l’istruzione dei ragazzi. Il servizio, partito da una settimana ha già raggiunto più di 250 iscritti ed è sicuramente un ottimo esempio di comprensione delle esigenze dei genitori e di aiuto e sostegno per i loro figli.

STEFANIA DALLA CASA