CARUGATE
LE DONNE DEL CIF PREMIATE DALLA LEGA ITALIANA LOTTA AI TUMORI

In occasione della 32° Giornata del Volontario, ricorsa lo sorso 24 novembre, la Lega Italiana Lotta ai Tumori (Lilt) ha deciso di premiare quelli che chiama “gli amici speciali”, ovvero coloro che, attraverso l’opera di volontariato, garantiscono assistenza e supporto ai malati oncologici e ai centri di prevenzione.

Carugate è salita a testa alta sul palco del Mico, Fiera Milano Congressi, e si è fregiata dell’importante premio grazie foto02all’operato delle donne del CIF, Centro Italiano Femminile. Il gruppo, parte di un progetto nazionale senza scopro di lucro, nel 1999 diede vita a quello che allora si chiamava “Centro Donna”, e che oggi è il Centro Prevenzione, attraverso una forte comunione d’intenti con l’ente comunale, che siglò subito una convenzione con l’Istituto dei Tumori di Milano cui seguì il duraturo rapporto con Lilt.

All’epoca si sentiva l’urgenza di una struttura per la prevenzione dei tumori, e su questo si trovarono in piena sintonia sia l’allora funzionaria dei Servizi Sociali Enza Villa, sia la responsabile del CIF Carugate Teresa Vimercati. Scopo primario di quell’idea originaria, era di promuovere e garantire un servizio di base importante per la prevenzione dei tumore al seno, ma nel corso degli anni la lungimiranza ha portato ad abbracciare anche sostegno e visite oncologiche mirate a prevenire tumori all’utero e alla cute, facendo del Centro un vero punto di riferimento per tutta la famiglia.

Da allora ad oggi, si è passati dalle 300 alle 1500 visite annue nella struttura di via Cesare Battisti 32, e ogni settimana dal lunedì al giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30, la presenza costante delle volontarie diventa di fondamentale supporto all’attività, sia nella fase di prenotazioni delle visite, sia durante le visite stesse. Ecco dunque la ricchezza volontaristica carugatese in ambito sanitario e sociale, rappresentata da un gruppo di circa venti donne, tra cui infermiere professionali, che hanno nel tempo consolidato anche i legami personali e con la comunità.

Proprio queste ricchezze sono state premiate da Marco Alloisio, Presidente di Lilt Milano, lo scorso 24 novembre, nella consapevolezza che il servizio volontario in un contesto così delicato come il mondo della prevenzione oncologica e dei malati, è quanto di più prezioso possa esserci per il bene comune.

foto copia