GORGONZOLA
DA FUOCO ALLA CASA PER UCCIDERE LA MOGLIE. DRAMMA IN VIA MOLINO VECCHIO

Lei è sotto shock, scampata da un rogo e da una tragedia gettandosi dal balcone. Lui è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Niguarda con il corpo coperto di ustioni. L’uomo, 40anni di origine albanesi, si è reso protagonista ieri 30 settembre, di un’atroce tentato omicidio, riuscendo quasi ad uccidere la moglie gettandole benzina sul corpo e dando fuoco all’appartamento in cui vivevano in via Molino Vecchio con i tre figli.

L’uomo non riusciva ad accettare che la donna volesse lasciarlo, e il dilagare della follia è arrivato a seguito di una furiosa lite tra le mura domestiche, capitolata con l’uomo intento a cospargere di cherosene le stanze, riuscendo in parte a versare benzina sul corpo della moglie. La donna, anche lei 40enne e titolare di una piccola impresa di pulizie, ha saputo sfuggire alla situazione subito dopo che il marito ha appiccato il fuoco con un accendino. Poche ustioni per lei, che gettandosi dalla finestra è riuscita a salvarsi. Anche l’uomo ha poi tentato la fuga saltando dal balcone, ma ormai il suo corpo era quasi per intero avvolto dalle fiamme.

118, Vigili del Fuoco, Carabinieri di Gorgonzola e Cassano, si sono subito precipitati sul posto domando l’incendio e ripristinando l’ordine. Per l’uomo, ricoperto da ustioni per il 98% del corpo, è scattata subito l’accusa di tentato omicidio.