CITTA’ METROPOLITANA
VINCE IL CENTROSINISTRA ALLE ELEZIONI DEL CONSIGLIO. DUE ELETTI IN MARTESANA

Vittoria del centrosinistra alle elezioni del consiglio della Città Metropolitana di Milano.

Finito lo spoglio delle schede, sono stati resi noti i nomi dei nuovi componenti dell’organo scelti domenica 9 ottobre da sindaci e consiglieri dell’area metropolitana. Prima di tutto un dato sull’affluenza: ha votato il 74,6% delle 2025 persone aventi diritto. Circa un consigliere o sindaco su quattro ha insomma rinunciato al suo voto.

Ecco allora che dei 24 seggi, ben 14 sono andati alla lista di centrosinistra “C+”. Il centrodestra, riunito nella lista “Insieme per la città metropolitana” ha ottenuto sei seggi, mentre la Lega Nord due. Le altre due liste, Movimento 5 Stelle e la civica “La città dei comuni”, si sono guadagnate un seggio ciascuna (qui la lista completa dei nuovi consiglieri).

Nonostante il recente rinnovo di molte amministrazioni dell’area metropolitana, si riconferma dunque il primato del centrosinistra. Tra gli eletti, il sindaco Beppe Sala dovrà scegliere i consiglieri delegati, cioè i suoi assessori.

Facendo un confronto con le elezioni del 2014 (qui), la Martesana avrà un rappresentante in meno nel consiglio della Città Metropolitana. Figurano infatti tra gli eletti solo Roberto Maviglia, sindaco di Cassano d’Adda, per la lista “C+”, e Alessandro Braga, consigliere ad Inzago, per la lista “La città dei comuni”.