BRUGHERIO
L’ IDENTITÀ DELLA CITTÀ CHE CAMBIA, SVELATA IN UNA MOSTRA MULTIMEDIALE

Il 9 dicembre saranno 150 anni esatti dalla sua nascita, e Brugherio si sta preparando a vivere in grande stile questo compleanno importante. Ecco allora che, all’interno di queste celebrazioni lunghe 12 mesi, nella galleria di Palazzo Ghirlanda Silva verrà inaugurata sabato 8 ottobre alle ore 17.00 la mostra “Brugherio identità diversa”, rivolta a tutta la cittadinanza, dai più piccini agli abitanti di vecchia data.

Secondo il sindaco Marco Troiano, primario scopo della mostra sarà aprirsi alla conoscenza di ciò che è stato, per capire meglio presente e futuro della città. “Lasciarci incuriosire dalla nostra storia, rilanciare il senso di appartenenza, immaginare il futuro a partire dall’oggi: sono questi gli elementi attorno ai quali è stata pensata questa mostra –ha spiegato il primo cittadino- Non si tratta certo di una nostalgica rievocazione dei bei tempi andati, ma di un’occasione straordinaria di spolverare le tracce del nostro passato recente e capire in mutamenti ancora in atto, che hanno impronte fresche nel terreno della nostra comunità”.

L’esposizione multimediale, fatta di poche parole e numerose immagini e video, intende esplorare la natura e la 14502769_1190182794371949_344770262789793553_nstoria della città, sotto diversi punti di vista. Attraverso sei temi (popolazione, sviluppo del territorio, storia politica, attività economiche, cultura, società e costume) gli spettatori potranno fare un viaggio all’interno della propria città, grazie ad oggetti d’epoca, contributi audiovisivi e documentari. Per questa possibilità i brugheresi devono ringraziare l’Amministrazione, gli uffici comunali, associazioni e enti del territorio, singoli studiosi e la Parrocchia, che tutti insieme hanno fatto tanto in termini di organizzazione, reperimento di cimeli e diffusione di informazioni. La biblioteca comunale poi ha indirizzato queste sinergie, anche grazie alla collaborazione dell’Associazione Fly, che ha curato l’aspetto artistico della mostra.

Che cos’è oggi Brugherio? Come è stata e come sarà in futuro? Queste le domande che muoveranno la curiosità dei visitatori secondo l’assessora alla cultura, con delega al 150esimo. “Lo sguardo al passato riannoda i fili della memoria e consolida il senso di appartenenza a una comunità che ha avuto origine e si è formata non dalla somma di tre comuni, frazioni, cascine, quanto dall’integrazione delle loro peculiarità –ha commentato l’assessora Laura ValliQuesta caratteristica dice già come è il suo presente e come sarà il suo futuro, fondato sulla capacità di cambiare e di evolversi, di aprirsi alle relazioni con gli altri, di scommettere sulla ricchezza delle sue diversità”.

Ma l’iniziativa non si ferma qui: diversi saranno gli eventi collaterali alla mostra, che sarà aperta da domenica 9 a domenica 30 ottobre, da martedì a domenica, dalle ore 15.00 alle 18.30.

Gli appuntamenti in calendario
Interessanti anche le iniziative di tre sabati consecutivi di ottobre, dopo l’inaugurazione dell’8 e la precedente presentazione del libro “A b c d… Brugherio va a scuola, 1809-1945” di Anna Sangalli, programmata per sabato 1 ottobre alle ore 16.00.

Si comincia il 15 alle ore 16.00, con la presentazione del “Manoscritto su Brugherio del 1794” di Paolo Antonio De Petri, a cura dell’associazione Kairòs. Giovedì 20 alle ore 21.00 ci sarà invece l’incontro “Welfare e comunità a Brugherio dagli anni ’70 ad oggi”, con la presentazione del video di interviste “Storia del Servizio Sociale dal 1971 al 2016”.

Si continua il 22, quando alle ore 16.00 ci sarà la presentazione dello studio “I Marzotto a Brugherio. Storia di un’impresa che ha cambiato il volto della città”, a cura del Comune di Brugherio. Infine, si chiude sabato 29 ottobre, sempre alle 16.00, con la presentazione del libro “Amicizia, passione, successo. Dal 1973 una storia che continua” a cura di Centro Olimpia Comunale.

Per maggiori informazioni e possibile contattare la biblioteca civica, anche tramite l’indirizzo email biblioteca@comune.brugherio.mb.it e sulla pagina Facebook. Se qualcuno poi volesse contribuire al progetto artistico sulla storia di Brugherio con foto dal proprio repertorio, potranno essere inviate all’indirizzo 150anni@comune.brugherio.mb.it entro il 28 ottobre.