PIOLTELLO
DA SUBITO 143.000 EURO PER IL CONTROLLO DEL TERRITORIO. PIÙ’ 65% DI VIDEOCAMERE IN CITTÀ

immagine di repertorio

143.000 euro. Ecco quanto l’amministrazione Cosciotti ha messo sul tavolo in tema di videosorveglianza, argomento legato alla sicurezza cittadina, che a quanto si vede in queste prime settimane pare stare particolarmente a cuore al nuovo governo locale.

Se si pensa ai progetti di riqualificazione che la nuova sindaca sta stendendo per ridare nuova vita al quartiere Satellite, sono tanti i piccoli passi che precederanno le “grandi opere” ambiziose per salvare dal degrado le zone a rischio della città. La videosorveglianza e il presidio del territorio paiono tra i più importanti, con un cospicuo investimento destinato alla nuova strumentazione.

La presenza di telecamere aumenterà del 65% andando a coprire ben oltre i tre quarti della città con un fondo di 90.000 euro interamente dedicato. A questo, si devono sommare 53.000 euro per l’acquisto di autovetture della Polizia Locale, dotate di strumentazione in grado di rilevare sul posto infrazioni importanti, dalla mancata copertura assicurativa, all’autoveicolo rubato. I dati forniti dal Comune in tal senso sembrano parlare chiaro: 5 mesi di utilizzo di queste auto, e 100 veicoli senza assicurazione rilevati, 200 fermati perché senza revisione, e 20 identificati poiché rubati.

“La videosorveglianza quasi totale del territorio era un punto delle linee programmatiche -spiega il capogruppo PD in consiglio, Alberto Cazzanigaa distanza di una settimana dalla loro presentazione, è stato realizzato” e prosegue poi incalzando la minoranza, che durante la seduta consiliare si espressa contrariamente allo stanziamento di questi fondi: “Il centrodestra invece dopo aver passato le due settimane tra il primo turno e il ballottaggio a predicare su quanto fosse pericolosa e insicura Pioltello, ha votato contro un punto che prevede lo stanziamento di fondi per aumentare la sicurezza e il controllo nella nostra Città. La sicurezza, il tema principale della loro campagna elettorale, è stato tradito alla prima occasione“.