SEGRATE
PGT: IL COMUNE RINUNCIA AI MOTIVI DI APPELLO SU GOLFO AGRICOLO E VIA MONZESE

Ancora novità per il territorio segratese, in particolare per il Golfo Agricolo.

Dopo l’annullamento del Piano di Governo del Territorio del 2012 da parte del Tar della Lombardia, avvenuto nel febbraio 2015, l’Amministrazione di Adriano Alessandrini presentò ricorso, ma la questione rimase successivamente in sospeso. È stato solo giovedì 9 giugno 2016 che si è tenuta dinanzi al Consiglio di Stato l’udienza per la decisione dell’appello contro tale sentenza del Tribunale Amministrativo e questo ha portato delle novità per la vicenda.

Nell’intervallo di tempo trascorso fra gli eventi, un nuovo Sindaco è stato eletto e con esso è stato avviato un processo di revisione del PGT, che ha portato all’approvazione da parte della Giunta e della maggioranza del Consiglio Comunale della variante al Piano di Governo del Territorio (qui e qui).

Il Comune ha comunicato che “preso atto dell’adozione della variante, che ha sostanzialmente recepito e sanato le criticità del vecchio PGT”, è stato deciso di rinunciare ai motivi di appello relativi al Golfo Agricolo e alla variante di via Monzese, ossia la bretella di collegamento tra Nord e Sud della città, pensata per alleggerire il traffico dei quartieri Rovagnasco e Villaggio Ambrosiano.

Ora si attende dunque che il Consiglio di Stato esprima la propria decisione di merito, mentre nel frattempo continuerà l’iter che porterà la variante del PGT elaborata dall’Amministrazione Micheli ad essere pienamente operante. Il primo cittadino Paolo Micheli, ha fatto sapere che la finale approvazione della variante avverrà all’incirca alla fine dell’anno, di certo dopo un’ulteriore fase di discussione e confronto con la città, che si terrà nei prossimi mesi.