SEGRATE
ANCHE LA CITTA’ APRE AD UNA CAMPAGNA PER SENSIBILIZZARE I PADRONI DEI CANI

Educare i cani ? Sì, a partire dai padroni. Devono averla pensata così i comuni che ormai da tempo hanno lanciato in modi diversi, il loro grido rivolto ai proprietari di animali, troppo spesso incuranti della comunità e dello spazio pubblico.

Ecco che anche Segrate attiva la propria campagna proposta dal Comitato Mulini: “Ti prego, raccoglila”, subito patrocinata dal Comune. L’invocazione, che sembrerebbe partire direttamente dall’autorità comunale, in realtà è invece pensata come esclamazione del cane stesso,voce chiara e pronta ad ammonire il proprio padrone: “Ti prego, raccoglila!” dunque, e sottotitolo: “Perché tocca a te, perché è un tuo dovere”, ripete l’animale nell’idea del comitato segratese.

I padroni degli “amici a quattro zampe” sono così richiamati ad un ulteriore passo di civiltà, nell’impegno a raccogliere sempre le deiezioni dei propri animali, senza lasciarle su marciapiedi, in aiuole, o spesso anche davanti alle abitazioni altrui e in luoghi di passaggio. Paletta, secchiello e minimo sforzo per rispettare lo spazio pubblico ed evitare sanzioni che sono previste per chi verrà colto in flagrante.

“Un modo divertente e diverso per sensibilizzare i proprietari dei cani a raccogliere gli escrementi dei loro animali, non appena depositati, sia sui marciapiedi che nei prati e nelle aree cani  -commenta Santina Bosco, assessore all’Ambiente- E’ una questione di civiltà e ogni tanto è doveroso ricordarlo anche con questo tipo di iniziative. Con Amsa per venire incontro alle esigenze di chi porta a spasso il cane,  stiamo programmando di dotare i parchi di idonei contenitori che erogheranno anche i sacchettini di raccolta. In collaborazione con le guardie zoofile dell’Oipa, inoltre, stiamo studiando un servizio di pattugliamento nelle aree verdi, proprio per aumentare i controlli e proseguire sulla strada della sensibilizzazione”.

Le locandine preparate per la campagna, verranno affisse nelle aree verdi della città, così come in scuole, biblioteche, e all’Idroscalo, corredate da un video e da un file audio che il Comitato Mulini ha preparato da diffondere a breve su Radio Segrate.