VIMODRONE
LA 12° FESTA DELLA SANTA CROCE ESALTERÀ IL VALORE DELL’ ESSERE COMUNITA’

Non uno, ma ben due fine settimana di festa attendono i cittadini di Vimodrone! Le celebrazioni della dodicesima edizione della Festa di Santa Croce, iniziate venerdì 6, si protrarranno fino al 15 maggio, con un calendario fitto di eventi che l’amministrazione ha voluto organizzare in luoghi strategici del paese. La festa affonda le sue radici nella storia della Parrocchia di San Remigio, particolarmente legata alla donazione di una Reliquia della Santa Croce ricevuta da parte di una ex religiosa, suor Ignazia Prata, costretta allo stato laicale dalle riforme giuseppine e napoleoniche che abolirono gran parte dei conventi milanesi. Oggi il motivo religioso della festa si intreccia strettamente con la vita cittadina, sino a diventare una tradizione locale.

Questa è indubbiamente una festa di tutti e per tutti, dove la tradizione spirituale e secolare si unisce alla valorizzazione della città, all’aspetto conviviale di essere e ritrovarsi comunità con una forte identità collettiva e culturale -ha detto l’Assessore alla Cultura Sergio SanninoAbbiamo pensato a una manifestazione di carattere nazional popolare, trasversale, alla portata di tutte le generazioni di cittadini, di tutte le culture, di tutte le estrazioni, che muove dalle profonde radici locali per aprirsi all’Europa”.

Ed è proprio multiculturale e popolare lo spirito che guida questa festa così importante per Vimodrone, che si terrà nell’area compresa tra Cascina Tre Fontanili e il parcheggio di via Dante adiacente al Naviglio, una zona che per l’occasione diventerà una sorta di piccolo villaggio, dove musica, cibo, laboratori e spettacoli si alterneranno per diversi giorni. In programma anche appuntamenti di cabaret con il comico Dado domenica 15 maggio, di musica con la cover band dei Queen sabato 7 maggio alle ore 21.00 e con il concerto “Radio Number One Show”, in collaborazione con l’omonima radio, nella serata di sabato 14 maggio. Tra gli eventi chiave della Festa troviamo la sfilata tradizionale della cultura sarda fissata per il pomeriggio di sabato 14 e la rievocazione storica medievale di domenica 15 curata dall’associazione Amici di Vimodrone, indirizzata a riscoprire il patrimonio della chiesetta di Santa Maria Nova (qui e qui il calendario completo degli eventi).

È grazie a eventi come questi, ricchi di appuntamenti e occasione per stare insieme, che la città di Vimodrone può dimostrarsi, come ha detto il suo primo cittadino Antonio Brescianini: “Una comunità che insieme si raccoglie e trascorre in serenità dei momenti anche per incontrarsi, conoscersi e riscoprirsi. Una comunità che accoglie tutti, anche i nuovi residenti di provenienza e culture diverse, che non esclude, ma permette di sentirsi parte, protagonisti del territorio in cui si svolge il proprio percorso di vita”.