CERNUSCO
LA MUSICA COME COLONNA SONORA PER ACCOGLIERE I GELSI D’ORO

Si è tenuta lo scorso giovedi sera, in una Casa delle Arti gremita in ogni posto, la cerimonia di consegna de “Il Gelso d’Oro – Premio città di Cernusco sul Naviglio”, la massima onorificenza pubblica cittadina. Alla presenza della Giunta al completo e al Presidente del Consiglio Comunale Fabio Colombo, come ormai da tradizione la cerimonia ha dato inizio al weekend della festa di San Giuseppe. Il premio viene assegnato ai quei cittadini (o associazioni) che residenti (o esercitanti) sul territorio cernuschese, si sono distinti nell’ultimo anno per la loro attività professionale, di volontariato e culturale.

Quattro i premi assegnati quest’anno. Il primo è andato a Giorgio Perego, cittadino cernuschese, per il lavoro certosino da lui svolto nella ricerca e nel recupero dei materiali inerenti il periodo della Resistenza su Cernusco e in Martesana. Un gelso d’oro anche al CAI di Cernusco per i suoi 60 anni di attività di tutela e salvaguardia del territorio, a ritirare il premio anche due dei fondatori testimoni del ’46. Infine gli ultimi due premi sono stati assegnati ad Anna Maria Speranza in Tambani, prima attiva come volontaria dal 1989 presso la sezione cernuschese della LILT, la Lega Italiana Lotta ai Tumorie, e all’orchestra musicale “I Musici”  una nuova orchestra nata dal rincontrarsi di ex alunni della scuola media Don Milani della sezione ad indirizzo musicale, raggruppati dallo spirito dei loro professori come Daniele Cassamagnaghi, Luca Cristofori e Cristina Serralunga.

Proprio durante la serata inoltre “I musici” hanno offerto al pubblico in sala un vasto repertorio di musica classica, da Mozart a Chopin passando per Bach,Vivaldi e chiudendo con brani tratti da “Lo schiaccianoci” di Ciaikovski.

MATTEO OCCHIPINTI