CARUGATE
GIOVANI, AMORI E VIOLENZE. SE NE PARLERA’ CON LA GIORNALISTA E SCRITTRICE ANTONELLA PALERMO

Che cos’è l’amore? Che cosa significa amare?
Molte sono le risposte a queste domande, tante le definizioni date della parola “amore”, innumerevoli opinioni su cosa voglia dire amare. Non si sa quali risposte siano giuste, ma quella sbagliata la conosciamo tutti: violenza.

In occasione della giornata internazionale delle donne il Comune di Carugate ha organizzato un importante evento per riflettere sul tema della violenza di genere.

Sabato 12 marzo 2016, alle ore 17, presso l’auditorium Atrion di via San Francesco si terrà la presentazione dell’apprezzato romanzo fresco di stampa della giornalista e scrittrice Antonella Palermo, “Veronica, solo l’amore non basta”. Una storia d’amore e di violenza vissuta da una giovane ragazza. Una relazione piena di alti e bassi che porterà la protagonista a chiedersi: “Ma l’amore da solo non basta?”

Questo è un libro sull’amore, ma soprattutto è un libro su cosa l’amore non è.” racconta l’autrice.
A discutere del libro e ad intervistare l’autrice ci sarà la Dott.ssa Emanuela Seghizzi che da diverso tempo lavora e dirige il settore dei Servizi alla Persona del Comune di Carugate.

La conversazione verterà sui temi della violenza sulle donne e dell’educazione al sentimento.

Ad aprire la serata ci penseranno i ragazzi del Centro di Aggregazione Giovanile EPcentro con  la proiezione del cortometraggio “Stalking, tanti volti un’unica sofferenza” da loro realizzato in occasione del concorso di cortometraggi “stop alla violenza sulle donne” indetto della ex Provincia di Milano nel 2014.

Il video con un linguaggio semplice e immediato e attraverso 4 diverse situazioni, vuole mettere l’accento su un tipo di violenza meno nota alla cronaca, ma presente e diffusa allo stesso modo, sopratutto tra le nuove generazioni. Lo stalking –spiegano gli educatori del CAG EpCentro-proprio a causa dei tratti  più psicologici  è maggiormente difficile da riconoscere soprattutto per i giovani e proprio per questo è utile parlarne, meglio ancora se con il loro linguaggio

Insomma quello a cui si assisterà sabato pomeriggio all’Arion, pare essere molto di più che una presentazione di un libro, piuttosto un’iniziativa per ricordare a tutte le donne e a tutti gli uomini che amare significa rispettare e che l’amore non ammette violenze.

GIULIA VERGANI