CARUGATE
E’ PAURA PER LE AUTO DATE ALLE FIAMME. ALTRO ROGO IN VIA MONTEGRAPPA

Un’altra notte di spavento, un’altra auto in fiamme. 
Stavolta è successo in Via Montegrappa intorno alle 23.30 di ieri 3 marzo, e a subirne i danni è stata un’utilitaria di proprietà di un uomo residente di fronte al luogo dove sono divampate le fiamme.

“Siamo al terzo episodio, e la cittadinanza manifesta timore ed anche paura -scrive il primo cittadino Umberto Gravinal’amministrazione 

IMG_0079

comunale nel denunciare questi episodi di violenza, esprime inquietudine, condanna con forza questi atti e chiede alle Forze dell’Ordine, prontamente sentite, un ultiorere sforzo per rassicurare i nostri cittadini, scoprire i colpevoli e assicurarli alla giustizia”. 

Sul posto sono intervenuti prontamente Vigili del FuocoCarabinieri, e al momento le indagini sono ancora in corso e si stanno vagliando tutte le possibilità,sebbene, anche in questo caso come nei precedenti (quiquiqui), è altissima la probabilità che si tratti di vandali senza coscienza. “Stiamo lavorando su questo episodio e dobbiamo valutare se si tratti di cause accidentali o meno -ha commentato il Capitano Antonio Stanizzi del Comando di Vimercate, il quale crede poco ad ipotesi di autocombustione- Al momento non ho elementi sufficienti per stabilire le cause certe, ma in passato ho indagato diverse volte su episodi simili, e purtroppo du volte su tre i trattava di bravate di giovani vandali“.

Al momento sembrerebbero escluse ritorsioni e vendette personali, anche perché in tutti i casi verificatesi sino ad oggi, si è sempre trattato di gente comune. Un legame tra tutti gli episodi inoltre, è ancora difficile da stabilire, come chiarito dal Capitano Stanizzi: “Non abbiamo prove complete su questo ultimo episodio, per tanto non ci è possibile stabilire eventuali connessioni tra i fatti pregressi“. 

Nel frattempo, nonostante le pattuglie dei Carabinieri siano già operative sul territorio 18 ore su 24, il sindaco Gravina chiede ancora uno sforzo: “Mi rendo conto che la loro presenza è già costante e puntuale -ha concluso il primo cittadino- chiedo solo che si faccia il possibile per individuare i responsabili nel minor tempo possibile”.