PESSANO
E’ IL TEATRO IL LUOGO DOVE LA CITTA’ RIFLETTERÀ SUGLI ORRORI DELLA STORIA

Anche Pessano con Bornago ha scelto la sua formula per celebrare il Giorno della Memoria, e lo farà grazie allo spettacolo “Voce fuori campo” organizzato in collaborazione con l’assessorato alla Cultura, che si terrà presso Manifattura K in piazza della Resistenza.

Lo spettacolo, a ingresso gratuito e adatto ad un pubblico dai 13 anni in su, avrà inizio alle ore 21.00 di sabato 30 gennaio. “Voce fuori campo”, con Roberto Capaldo e Daniela Visani, per la regia di Davide D’Antonio, ripercorre con sottile ironia un periodo buio della storia, che va dagli anni ’30 al ’45, attraverso gli occhi di due ragazzi.

Parla della guerra, della miseria, della mostruosità dei regimi totalitari che hanno caratterizzato quel periodo. Le storie dei due protagonisti si alternano, appassionando sempre più lo spettatore, finchè in un crescendo di suspance i due si incrociano. Lo spettacolo è una sorta di thriller, che porta con sé un messaggio finale, cioè il contrasto che può esistere tra la capacità cinica dell’uomo di portare violenza e gli slanci di bontà di cui è capace.

La gioia ha mille volti e fino a quando il sangue scorre caldo nelle vene, essa è sempre pronta ad accendersi in noi” (Ka-tzetnik). Questa la frase scelta da Manifattura K per evitare alla riflessione i cittadini. Per maggiori informazioni sullo spettacolo è possibile consultare il sito www.manifatturak.it, contattare l’indirizzo info@manifatturak.it o il numero 3283611642, oppure visitare la pagina Facebook dedicata all’evento.